Incendio in abitazione a Campobasso: muore bimbo di 9 anni

Un'esplosione nel cuore della notte. Le fiamme sono partite dal salotto e hanno invaso, in breve, l'abitazione, situata di contrada Colle Calcare a Campobasso. L'incendio, con i suoi fumi, ha ucciso Alessandro Mignogna, di 9 anni. Il piccolo stava dormendo tranquillamente nella propria cameretta ed è morto per asfissia. 

A scatenare il rogo, intorno all'una, forse è stata una ciabatta elettrica surriscaldata. Oppure deleterie sono state le luminarie di Natale. Ha cominciato a bruciare un divano, poi il fuoco ha avviluppato parte della casa dove, al terzo piano, oltre alla piccola vittima, c'erano il padre 38enne, la madre di 35, il fratello di 12 anni, che è stato trasportato al "Cardarelli" di Napoli per la camera iperbarica, e la sorellina di 4. Gli altri sono stati tutti portati all'ospedale Cardarelli di Campobasso e poi dimessi in giornata. La donna ha ustioni non gravi, di secondo grado alle braccia e al collo. 

Diverse le ipotesi al vaglio del Nucleo investigativo dei vigili del fuoco e della Mobile di Campobasso, che stanno indagando sull'accaduto. Si parla di corto cuircuito che avrebbe scatenato l'inferno. I pompieri, giunti immediatamente sul posto, hanno provato in tutti i modi a rianimare il bimbo, ma non c'è stato nulla da fare. L'autopsia nei prossimi giorni. Sul posto anche i carabinieri.

L'edificio è stato posto sotto sequestro. "Siamo tutti sconvolti per quello che è successo. I genitori hanno provato a salvare tutti, tirandoli fuori, portandoli all'esterno, ma non ci sono riusciti": così Nicola, il nonno del bambino deceduto, che abita nello stesso stabile, ai piani inferiori a quello dove si è consumato il dramma. 

"È successo intorno a mezzanotte - racconta – io me ne sono accorto perché ho sentito le mattonelle che scoppiavano. C'era tanto fumo e i bambini, che in quel momento riposavano, lo hanno respirato. Alessandro non ce l'ha fatta, gli altri due, ringraziando il Signore, sì".

A Campobasso, per questa tragedia, sarà lutto cittadino, nel giorno dei funerali del piccino, "in segno di cordoglio - spiega il sindaco Paola Felice - per la sua prematura e tragica scomparsa, unendosi in tal modo al dolore dei familiari tutti e della comunità". 18 dic. 2023

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1139

Condividi l'Articolo