Cocaina sotto la cenere del camino. Arresti tra Altino e Sant'Eusanio
GUARDA LE FOTO

Gli stupefacenti erano stati nascosti sotto la cenere del camino ma i cani antidroga, Nox e Bagheera, l'hanno fiutata e trovata. Ancora una volta è stata l’area tra Altino (Ch) e Sant’Eusanio del Sangro (Ch), dove negli ultimi tempi  molteplici sono stati gli arresti, ad essere battuta palmo a palmo, dai carabinieri, per contrastare il fenomeno della diffusione delle droghe.

Ieri l'ennesima operazione, coordinata dal capitano Massimo Canale,  e alla quale hanno preso parte i militari di Lanciano, Castel Frentano, Casoli, Palena e Lama dei Peligni e del Nucleo cinofili di Chieti. Cinque i decreti di perquisizione personali e in abitazioni, emessi, per l'occasione, dalla Procura della repubblica di Lanciano, a conclusione  di controlli, servizi di osservazione e di pedinamenti.

In una casa di Tommy Giuliante, 26 enne di Altino, i militari hanno trovato, sotto la grata e la cenere di un camino, un barattolo chiuso ermeticamente con dentro due involucri di cellophane contenenti 50 grammi di cocaina. In un anfratto dello stesso camino c'erano anche un bilancino di precisione e tre banconote da euro 50 false.

Nell’abitazione di Davide Ciamponi, 27enne di Sant’Eusanio del Sangro, invece, sono saltati fuori un panetto di hashish del peso di 100 grammi, due bilancini di precisione, altro materiale per il confezionamento ed un telefono cellulare successivamente risultato rubato qualche giorno fa ad un 30enne del posto.

Il materiale è stato sequestrato e i due giovani sono stati arrestati - il primo è in carcere, il secondo ai domiciliari - per detenzione a fine di spaccio  di stupefacente, ma anche di detenzione di banconote false e di ricettazione. 

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 3613

Condividi l'Articolo