Coronavirus. Ospedale Lanciano: focolaio in Medicina. Morti Covid in reparto

C'è un nuovo cluster all'interno del reparto di Medicina dell'ospedale "Renzetti" di Lanciano (Ch). Dove, nell'ultimo anno, più volte si sono registrate situazioni di emergenza, con focolai da coronavirus vari. 

Nel reparto, nelle ultime 72 ore, c'è stata una decina di decessi, sui quali sono in corso accertamenti. Sulle salme sono stati effettuati tamponi per capire se i pazienti, oltre a soffrire delle gravi malattie per le quali erano stati ricoverati, hanno contratto anche il coronavirus. E i risultati di una prima parte dei  test parlano di quattro morti con Covid-19 - non per Covid - e di altre due degenti positive, una delle quali è stata trasferita ad Atessa (Ch). Di sicuro al momento del ricovero erano tutti negativi. La prima vittima è stata A.C., 87enne di Lanciano. 

Tamponi, a tappeto, anche sul personale sanitario. Il reparto al momento è blindato, con stop alle dimissioni e agli ingressi. 

"All'interno del "Renzetti" - dice Francesco Taglieri, vice presidente della Commissione regionale Sanità - c’è una palese violazione delle procedure di gestione dei malati con Covid-19 e con altre patologie concomitanti: i pazienti, stando al Diciplinare Asl, andrebbero spostati il meno possibile ed eventuali visite ed esami strumentali - radiografie, ecografie ecc... - andrebbero fatti al letto del paziente. Considerato quello che sta succedendo, è evidente che qualcosa non sta funzionando. Servono controlli per garantire che le procedure vengano rispettate, affinché il "Renzetti" preservi, nella Asl di riferimento, il proprio ruolo di ospedale Covid free".  24 mar. 2021

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 5944

Condividi l'Articolo