Coronavirus. Lanciano in 'arancione'; Atessa, San Vito, Casoli e Santa Maria Imbaro in 'rosso'. Una vittima ad Altino

Lanciano in "arancione" e i comuni di Santa Maria Imbaro e San Vito Chietino, insieme a Castiglione Messer Marino, Orsogna, Atessa, Roccamontepiano, Torrevecchia Teatina, Ripa Teatina, Casoli, Casalincontrada e Montazzoli, da lunedì 22 marzo saranno soggetti a restrizioni, ovvevo ci sarà il passaggio in "zona rossa" per via dell’impennata di contagi da Covid registrati.

Minori restrizioni, per via del miglioramento della situazione, invece, a Chieti, Francavilla al Mare, Ortona, San Giovanni Teatino, Bucchianico e Miglianico. Ma analizziamo nello specifico le new entry in zona rossa, come stabilito, stasera, dall'ordinanza numero 18 di oggi del presidente della Regione, Marco Marsilio.

Ad Atessa la situazione è precipitata negli ultimi giorni: il bollettino odierno della Regione parla di 26 nuovi positivi. I dati del Comune parlano di 148 casi complessivi.

A San Vito Chietino, il numero  dei casi è salito a 48, con la presenza odierna di quattro contagi, mentre due sono stati guariti. "Continuo - dice il sindaco di San Vito Chietino, Emiliano Bozzelli alla cittadinanza - a fare appelli al vostro senso di responsabilità e a chiedervi di rispettare con la massima attenzione le disposizioni e le regole anti-contagio".

Nella vicina Santa Maria Imbaro, il nuovo colore non ha preso di sorpresa  la sindaca Maria Giulia Di Nunzio. Qui i contagi sono 24. "Ad oggi, purtroppo,- dichiara - la situazione Covid-19 è preoccupante e non accenna a migliorare. Ho chiesto alle forze dell’ordine di Fossacesia di intensificare i controlli, affinché la popolazione rispetti le regole, evitando le uscite. Con ordinanza, si prolunga  la sospensione delle attività didattiche nell’asilo nido e scuola dell’infanzia, dal 22 al 06 aprile". E fine settimana di prevenzione a Santa Maria Imbaro: nell’attesa delle vaccinazione per l’intera popolazione, sarà riproposto il terzo  e quarto appuntamento con lo screening di massa nel Centro diurno minori del Comune, dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30.

Ad Altino (Ch), che rimane sotto "sorveglianza particolare", nel pomeriggio si è dato l’ultimo saluto a A.D.G., 57 anni, una signora di Scosse che lascia due figli, alla quale il coronaviirus non ha lasciato scampo. "E’ stata una notizia tristissima per la nostra comunità. Il dolore di oggi - afferma il sindaco Vincenzo Muratelli - si somma a quella trascorsa ieri, Giornata del ricordo delle vittime Covid. Nel pomeriggio  la Asl mi ha annunciato la positività riferita ad un altro operatore della struttura "Villa Aurora". Attualmente i positivi sono 70, di cui 58 all’interno della struttura e 12 invece riguardano i residenti". 19 mar. 2021

Linda Caravaggio

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 7525

Condividi l'Articolo