Coronavirus. Lanciano in 'arancione'; Atessa, San Vito, Casoli e Santa Maria Imbaro in 'rosso'. Una vittima ad Altino

Lanciano in "arancione" e i comuni di Santa Maria Imbaro e San Vito Chietino, insieme a Castiglione Messer Marino, Orsogna, Atessa, Roccamontepiano, Torrevecchia Teatina, Ripa Teatina, Casoli, Casalincontrada e Montazzoli, da lunedì 22 marzo saranno soggetti a restrizioni, ovvevo ci sarà il passaggio in "zona rossa" per via dell’impennata di contagi da Covid registrati.

Carta in Risme A4 al prezzo più basso online

Ann. Carta per fotocopie per distributori e uffici

Apri

Minori restrizioni, per via del miglioramento della situazione, invece, a Chieti, Francavilla al Mare, Ortona, San Giovanni Teatino, Bucchianico e Miglianico. Ma analizziamo nello specifico le new entry in zona rossa, come stabilito, stasera, dall'ordinanza numero 18 di oggi del presidente della Regione, Marco Marsilio.

Ad Atessa la situazione è precipitata negli ultimi giorni: il bollettino odierno della Regione parla di 26 nuovi positivi. I dati del Comune parlano di 148 casi complessivi.

A San Vito Chietino, il numero  dei casi è salito a 48, con la presenza odierna di quattro contagi, mentre due sono stati guariti. "Continuo - dice il sindaco di San Vito Chietino, Emiliano Bozzelli alla cittadinanza - a fare appelli al vostro senso di responsabilità e a chiedervi di rispettare con la massima attenzione le disposizioni e le regole anti-contagio".

Nella vicina Santa Maria Imbaro, il nuovo colore non ha preso di sorpresa  la sindaca Maria Giulia Di Nunzio. Qui i contagi sono 24. "Ad oggi, purtroppo,- dichiara - la situazione Covid-19 è preoccupante e non accenna a migliorare. Ho chiesto alle forze dell’ordine di Fossacesia di intensificare i controlli, affinché la popolazione rispetti le regole, evitando le uscite. Con ordinanza, si prolunga  la sospensione delle attività didattiche nell’asilo nido e scuola dell’infanzia, dal 22 al 06 aprile". E fine settimana di prevenzione a Santa Maria Imbaro: nell’attesa delle vaccinazione per l’intera popolazione, sarà riproposto il terzo  e quarto appuntamento con lo screening di massa nel Centro diurno minori del Comune, dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 18.30.

Ad Altino (Ch), che rimane sotto "sorveglianza particolare", nel pomeriggio si è dato l’ultimo saluto a A.D.G., 57 anni, una signora di Scosse che lascia due figli, alla quale il coronaviirus non ha lasciato scampo. "E’ stata una notizia tristissima per la nostra comunità. Il dolore di oggi - afferma il sindaco Vincenzo Muratelli - si somma a quella trascorsa ieri, Giornata del ricordo delle vittime Covid. Nel pomeriggio  la Asl mi ha annunciato la positività riferita ad un altro operatore della struttura "Villa Aurora". Attualmente i positivi sono 70, di cui 58 all’interno della struttura e 12 invece riguardano i residenti". 19 mar. 2021

Linda Caravaggio

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 8575

Condividi l'Articolo