Porta di calcio collassa e uccide bimba di 5 anni a Rocca di Botte nell'Aquilano

Stava giocando con il cane e i genitori erano lì a pochi passi, a tenerla d'occhio.

All'improvviso la porta di calcio del campetto in cui si trovava è collassato e una trave di ferro portante della struttura l'ha colpita sulla testa. E' morta così, oggi pomeriggio, una bimba di 5 anni di Acilia (Roma). L'incidente si è verificato a Rocca di Botte, comune di poco più di 800 residenti nella provincia dell'Aquila.

Per la piccola Sofia non c'è stato nulla da fare. Il campetto comunale, ora transennato e posto sotto sequestro, era aperto, seppure in disuso, e non c'era alcun cartello che segnalasse il pericolo di crollo. Era frequentato dai ragazzini del luogo. 

Sul posto i soccorritori del 118, con anche un’eliambulanza dall’Aquila ma per la bambina non c'è stato nulla da fare. Aveva il capo spaccato. Sull'accaduto indagano i carabinieri di Tagliacozzo (Aq), che stanno ricostrendo la dinamica.

La Procura dell'Aquila, in particolare il pm  Elisabetta Labanti, ha aperto un fascicolo per omicidio colposo. La salma è stata restituita ai familiari dopo l'esame cadaverico esterno eseguito sul posto. Devastati dal dolore la mamma e il papà, raggiunti dagli altri parenti. 

 Erano tutti tornati in Abruzzo per un periodo di vacanza. 19 ott. 2021

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1700

Condividi l'Articolo