Chieti. S'innamora e la perseguita inondandola di fiori: San Valentino agli arresti per 28enne

Si conoscono da tempo, frequentano gli stessi ambienti e giri di amicizie, ma poi lei incontra un altro ragazzo, s’innamora e si sposa. Lui va fuori di testa e si trasforma in stalker e, nel giorno di San Valentino, si è ritrovato agli arresti.

Sono entrambi del Chietino. Lui non si è rassegnato ad averla persa definitivamente e ha fatto di tutto per conquistarla: si è presentato sotto casa di lei e, anche quando il marito era presente, l'ha tempestata di messaggi e telefonate e le ha lasciato rose rosse, nella cassetta della posta, corredate di biglietti passionali.

Purtroppo - fanno presente i carabinieri - il 28enne non è un gran poeta e i biglietti sono risultati quanto meno criptici ed hanno avuto un effetto più che altro minatorio sulla coppia. "Siamo in due a non vivere più", si leggeva in uno. Nemmeno gli ammonimenti del marito di lei hanno sortito effetti. Il giovane ha continuato a mandare fiori da tutto l’Abruzzo e ha continuato a importunare la donna dei sogni.

Che è andata in caserma a sporgere querela. I militari, in un primo momento, dopo aver raccolto diverse testimonianze, tra cui anche quella della fioraia del paese, hanno chiesto ed ottenuto un divieto di avvicinamento. Però non è bastato: lui ha continuato a inondarla di mazzi di fiori. L’ultimo episodio racconta di lui che si è fiondato dai genitori di lei, dichiarandosi innamorato pazzo e della quale dice di “avvertire” la presenza. Effettivamente la vittima si trovava nell'abitazione dei genitori e, spaventata, ha deciso di integrare la denuncia.

Ieri pomeriggio i carabinieri hanno notificato al giovane un’ordinanza di custodia cautelare, per stalking, in regime di arresti domiciliari, firmato dal giudice Luca De Ninis. 

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1578

Condividi l'Articolo