Con secco 19 a 9, Lanciano Pallanuoto, sabato sera, in casa, ha sconfitto la Rosetana Nuoto e ha conquistato, dopo un campionato in cui è stata sempre tra i primi della classifica, la serie C.

Un risultato storico per Lanciano, che non ha una tradizione in questa disciplina. Splendida la cornice di pubblico, con gli spalti del centro sportivo “Le Gemelle” gremito e con un coreografico tifo da stadio, con tanto di palloncini, bandiere e un tripudio di colori rossoneri. Lanciano Pallanuoto è partita segnando subito e, a mano a mano, ha aumentato il proprio vantaggio.

Gli avversari hanno retto per due tempi e poi, sotto i colpi delle calotte bianche, hanno subito pesantemente un Lanciano che non si è risparmiato, trascinato anche dai numerosi supporter. Questa mattina, conferenza stampa, a “Le Gemelle”, per fare il punto su presente e futuro.

“Un traguardo accarezzato per l'intera stagione e raggiunto mettendo in campo forza e impegno - dice Franco D'Intino, presidente di Lanciano Pallanuoto, che aggiunge -: “Quello che stiamo facendo è il frutto dell'unione di organizzazione professionale e passione. Stiamo cercando di riportare a Lanciano emozioni, che mancano ormai da diversi anni. Ci stiamo riuscendo e vogliamo continuare così. Vogliamo ricreare quell'entusiamo che decine di anni fa, a Lanciano, c'era con Padre Lorenzo e con la pallavolo. Nel mese di giugno avremo altri due eventi importanti, con migliaia di ragazzi. L'attenzione, attorno a questa nostra realtà, continua a crescere e ne siamo orgogliosi”.

“Un risultato che abbiamo inseguito e agguantato mettendoci preparazione, talento e cuore tutto l'anno – afferma Alessandro Di Muzio, coach di Lanciano Pallanuoto -. L'ultima partita, quella decisiva – racconta - è stata impegnativa e sofferta nei primi due quarti. A quel punto, dopo aver analizzato in dettaglio le giocate dell'avversario, siamo passati da una difesa a uomo a una difesa a semizona, e questa è una la chiave di svolta della gara. Poi ci siamo avvalsi di ripartenze repentine, aprendo il gioco e favorendo il nostro attacco per la realizzazione dei gol. Un plauso alla squadra, a tutti i ragazzi, per questo importante traguardo. Poi un grazie allo staff al completo: al presidente Franco D'Intino, ai responsabili di ogni singolo settore (Michela Tudini, Antonio Carbone, Sara Seccia, Luca Fasoli), al ds Francesco Mammarella, ai preparatori atletici Andrea Paglione e Daniele Di Labio; ad Antonio La Scala, che è sempre a nostra disposisione per risolvere qualsiasi problema. Adesso ci godiamo questi momenti, aspettando di rimetterci in acqua per il camponato di C nazionale”.

Questi gli atleti protagonisti della promozione: Romano Adezio (portiere), Andrea D'Intino, Alessandro Silvestri, Pasquale Di Frenza, Simone Esposito, Daniele Gammelli, Lorenzo Cocchia, Matteo D'Onofrio, Mattia Di Giovanni, Andrea D'Aloisio, Antonio Monaco, Marco Travaglini e Federico Carbone.

“Un plauso a questi ragazzi – ha esordito Danilo Ranieri, assessore allo Sport del Comune di Lanciano – che sono veramente da lodare. Sarebbe bello, in futuro, trasformare questo impianto, che sta diventando un punto di riferimento del territorio, in una cittadella dello sport. Questo è il progetto e ci lavoreremo”.

Il settore agonistico di Lanciano Nuoto e Lanciano Pallanuoto conta un vivaio di circa un centinaio di giovani. 9 mag. 2023

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1378

Condividi l'Articolo