Calcio. Solo un pari fra Lanciano e Cupello
GUARDA LE FOTO

Lanciano  0  Virtus Cupello  0

Lanciano 1920: Forti, Minchillo, De Santis  (29st CAniglia), Sassarini, Lucarino, Natalini, Marfisi (30st Di Rocco), Shipple, Gragnoli, Quintiliani, Rodia (14st Miccichè). A disposizione: Di Vincenzo, Verna, Zela, Ciaccio, Surugiu, D'Alessandro. Allenatore Giuseppe Di Pasquale

Virtus Cupello: Capone, De Cinque (30st Maccioni), Berardi, Tafili, Giuliano, Felice, Troiano, Claudio, Pendenza, Colitto, Battista. A disposizione: Bellano, Di Nocco, Fasoli, Battista, Menna, Di Filippo, Minicucci. Allenatore: Panfilo Carlucci

Arbitro: Patrizio Novelli di Vasto

La compagine di Panfilo Carlucci riesce nel proprio intento e strappa un punto al “Biondi”, che in chiave salvezza potrebbe essere molto importante. Prima dell'inizio dell'incontro il capitano del Lanciano Natalini ha deposto un mazzo di fiori sotto la tribuna, per la scomparsa, avvenuta in un incidente stradale, dell'arbitro Loris Azzaro, di Aosta, sabato scorso, mentre si recava all'aeroporto di Torino in quanto domenica avrebbe dovuto dirigere un incontro del campionato di Eccellenza in Basilicata. L'episodio è stato accompagnato da un lungo applauso di tutto lo stadio.

Novità in campo per il Lanciano: non è stato schierato dal primo minuto Stefano Miccichè, cui il mister del Lanciano Di Paquale ha voluto dare un po' di riposo, al suo posto c'è stato Marfisi. Durante il primo tempo il Lanciano, tranne i primi 10 minuti, ha attaccato in maniera costante la Virtus Cupello, ma il gol non è arrivato. La più chiara occasione si è avuta con Lucarino che ha centrato il palo alla destra di Capone. Nel finale del primo tempo c'è stata anche la sensazione che il Cupello fosse alle corde, e il duplice fischio dell’arbitro lo ha salvati dalla capitolazione. Alla ripresa del gioco, il Cupello ha mostrato virtù calcistica, spezzettando il gioco e limitando le scorribande dei rossoneri.

Il Cupello si è confermata squadra che riesce a giocare bene con le prime della classe, vedi i sei punti che hanno fatto con la Torrese, ma a cui manca la costanza, forse a causa dei tanti giovani che compongono la rosa. Mister Carlucci parla di un gap psicologico dei sui ragazzi, che tendono a rilassarsi dopo una vittoria ovvero ad esaltarsi quando si gioca contro “una grande”.

La cronaca. Secondo minuto De Cinque tocca la palla con una mano, l'arbitro decide di sorvolare giudicando l'episodio involontario. 21’ Rodia viene messo giù al limite dell'area, sulla palla si porta Quintiliani, che sfodera un tiro dei suoi, la palla passa la barriera e viene intercettata da Capone, che non trattiene, Rodia che si trova a mezzo metro non riesce nel tap-in vincente. 24’ calcio d'angolo per i rossoneri, dalla lunetta tira Shipple, la palla attraversa tutta l'area e giunge a Lucarino, tiro d'istinto e palla che si stampa sul palo alla destra di Capone. 32’ discesa di Shipple sulla fascia destra, il “faraone” entra in area e calcia un tiro cross che per poco non finisce in rete, perdendosi di poco alla destra di Capone. 35’ è protagonista Gragnoli che in semi girata in area tira verso la porta, Capone blocca. 44’ si vede il Cupello, colpo di testa e palla sul fondo.

Secondo tempo. Il Cupello si presenta in campo con piglio diverso, 15’ Pendenza prova a saggiare le doti di Forti, che blocca la sfera. 25’ Miccichè entra in area con una serpentina, tira, la palla viene respinta dal portiere, Gragnoli si trova sulla ribattuta, ma il suo tiro non va. Il Lanciano continua ad attaccare ma il Cupello fa buona guardia. A tempo scaduto Miccichè avrebbe l'occasione per segnare, il suo sinistro scheggia la traversa e subito dopo il triplice fischio dell'arbitro sancisce la fine delle ostilità.

Il Lanciano ottiene un punto, ma in classifica si riavvicina l'Alba Adriatica che vince contro il Paterno. Appuntamento al 22 febbraio, quando i rossoneri anticiperanno al sabato l'incontro contro la Torrese, freschi vincitori della Coppa Italia.

Questi i risultati sugli altri campi: Alba Adriatica – Paterno 1 – 0, Bacigalupo Vasto – Nereto 0 -. 2, Capistrello – Penne 0 – 0, Castelnuovo – Angizia Luco 2 – 0, Lanciano – Cupello 0 – 0, Pontevomano – Acqua e Sapone 0 – 0, Renato Curi – Torrese 2 – 2, Sambuceto – Delfino Flacco 1 – 1, Spoltore – Nerostellati 0 – 2

La nuova classifica: Castelnuovo Vomano 65, Lanciano Calcio 54, Alba Adriatrica 46, Torrese 43, Capistrello 39, Penne 38, Acqua e Sapone 38, Spoltore 37, Nerostellati 35, Angizia 35, Delfino Flacco 34, Virtus Cupello 32, Sambuceto 32, Bacigalupo 30, Pontevomano 29, Nereto 28, Renato Curi 23, Paterno 5

Uranio Ucci

@RIPRODUZIONE RISERVATA

totale visualizzazioni: 594

Condividi l'Articolo