Nuova ondata di furti a Villa Romagnoli. Rabbia e sconforto nella frazione di Mozzagrogna
GUARDA LE FOTO

"Non abbiamo più nulla che valga la pena di rubare in casa…": questo il commento, che vale anche come avviso per i malviventi, dei cittadini derubati la scorsa notte in località Villa Romagnoli di Mozzagrogna (Ch).

Prese di mira quattro abitazioni adiacenti le strade centrali e il salone “Tagli e dettagli” situato in Piazza della Vittoria, nel cuore della frazione, a un passo dalla chiesa. Fallito il colpo ad un’abitazione vicina per via della reazione del cane di casa, un grosso pitbull che ha prontamente reagito alla vista dei furfanti, mettendoli in fuga.

Gli assalti sarebbero partiti intorno alla mezzanotte con un modus operandi già osservato precedentemente e questa volta desumibile dalle immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza (vedi foto).

Usando un piccolo trapano elettrico e un cacciavite per scardinare le varie serrature, i ladri, volto coperto, guanti e cappelli, si sono introdotti nelle abitazioni senza fare rumore per non allertare i proprietari all’interno. Padroni di casa che sembrerebbe fossero tutti immersi in un sonno profondo: non si esclude che siano stati narcotizzati.

Ipotesi più che plausibile, sostenuta anche dai video che vedono uno dei due malviventi nell’intento di maneggiare una boccetta di liquido o una bomboletta spray. Ma la bomboletta avrebbe potuto contenere anche azoto liquido, usato per congelare la serratura e spaccarla con un percussore. Restano aperte tutte le ipotesi.

Dopo aver scassinato la porta d’ingresso della parrucchiera, rubando il fondo cassa di 200 euro oltre a piastre per capelli, diversi phone e altri attrezzi del mestiere, i ladri si sono diretti verso alcune abitazioni in Via principale sottraendo alcune centinaia di euro oltre a borse e carte di credito. Poi, alle 2.54, come risulta dalle registrazioni, si sono infilati in due abitazioni in Via Sandro Pertini, scavalcando il muro di cinta. 
Nella prima casa, trovando la porta finestra con anta a ribalta bloccata, hanno utilizzato un filo per aprirla dall’interno senza scassinarla per poi depredare le stanze indisturbati, nonostante la presenza del proprietario e di sua figlia che riposavano. Portati via circa trecento euro, borse e le chiavi della macchina.

Alle 3.42 i ladri si sono spostati nella casa vicina dove sono entrati praticando un foro nel telaio di legno della porta finestra. Una volta all'interno non si sono accorti del proprietario disteso sul divano. Notata la  sua presenza, i ladri hanno abbandonato: erano le 4 di notte e, nella fuga, hanno arraffato dieci euro, un pacchetto di sigarette e un accendino contenuti in una borsa che verrà gettata subito dopo in giardino.

Nelle prime ore di questa mattina sono state presentate le denunce in caserma a Fossacesia (Ch). I carabinieri, coordinati dal luogotenente Michele Cefaratti, stanno già indagando. 

Si tratta di luoghi già visitati dai ladri appena qualche settimana fa. Tra i residenti rabbia e sconforto. 16 set. 2023

MARIANO PELLICCIARO

@RIPRODUZIONE VIETATA

Hanno collaborato ALESSANDRO DI MATTEO e GAETANO D'ALESSANDRO

SULLA QUESTIONE LEGGI ANCHE

Nelle foto, i ladri in azione e alcune case assalite

totale visualizzazioni: 8969

Condividi l'Articolo