GUARDA LE FOTO

La società di trasporto regionale Tua scommette ora sul turismo ferroviario. Presentati alla stazione di Lanciano, in via Bergamo, i tre treni ALn776, che possono viaggiare anche uniti formando un unico convoglio, con 210 posti totali, destinati al turismo ferroviario sia regionale che extra.

I mezzi sono stati intitolati agli orsi Amarena e Juan Carrito, madre e figlio, morti tragicamente e tanto amati dagli abruzzesi. Essi hanno una livrea ispirata ai colori dell’ex Treno della Valle, le poltrone sono in pelle rossa Frau, quindi moquette, tendine in seta, plafoniere con illuminazione indiretta, impianto di condizionamento dell’aria, diffusione sonora. Un vero salotto per accompagnare i visitatori negli angoli più suggestivi osservando le bellezze del territorio. Il convoglio è stato definito Orient Express d’Abruzzo.

All’inaugurazione hanno preso parte il vicepresidente di Tua Antonio Prospero; il direttore della divisione Tua Treni, Enrico Dolfi; il governatore Marco Marsilio.

“Un investimento che il nostro Consiglio di amministrazione ha raccolto - ha detto Prospero-  . Tua è un’azienda al servizio della collettività ma anche di valorizzazione territoriale”. Per Dolfi: “C’è una richiesta molto significativa di turismo ferroviario, soprattutto in una regione come l’Abruzzo che offre una eterogeneità di paesaggi. Registriamo centinaia di richieste per questi tour. Sarà un treno a carattere commerciale che chiunque potrà noleggiare; privati, associazioni ed enti. Costo 14 euro a km. Il servizio inizierà a maggio. A breve ci sarà una convenzione con la Fondazione Ferrovie dello Stato che gestisce la Transiberiana. Il nostro treno è unico”.

Stamani alla presentazione erano collegati in diretta 14 tour operator di settore. Il convolio è stato acquistato da Busitalia, ex Ferrovie Centrali Umbre, costo 195 mila euro, e in precedenza ha svolto il servizio turistico tra Civitavecchia e i giardini Vaticani. Per Marsilio: "Pronti a scommettere sul successo di questa iniziativa. Speriamo sia un passe-partout per far conoscere l’Abruzzo, rivitalizzare anche le aree interne e valorizzare i nostri tracciati su rotaia. Il treno turistico è settore in grande espansione. L’operazione sarà anche redditizia. Speriamo di avere presto l’ex linea Sangritana, fino a Castel di Sangro, per ripercorrere un anello di una bellezza inimitabile". 14 feb. 2024

WALTER BERGHELLA

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 3228

Condividi l'Articolo