Sono ocirca 173mila i ragazzi ch, questa mattina, in Abruzzo, sono tornati a a scuola. Ed ecco il messaggio augurale da parte del direttore generale dell'Ufficio scolastico regionale, Antonella Tozza, per l' inizio dell'anno scolastico 2018-2019. "Sono ancora molte le sfide che la scuola di questo territorio propone e che giorno dopo giorno, ognuno, per le proprie competenze, è pronto ad affrontare con entusiasmo", scrive la dirigente sottolineando che "nuova linfa alle nostre scuole giungerà da più di 500 nuovi docenti immessi in ruolo a livello regionale: il mio auspicio - afferma Tozza - è che in cattedra non siedano solo insegnanti, ma portatori di sogni". Poi le sfide nel breve termine: uso di didattiche innovative per le piccole scuole in zone impervie e interventi per la sicurezza. Infine, scrive ancora il direttore generale dell'Usr Abruzzo, "esprimo una sincera e profonda gratitudine nei confronti di tutti i funzionari e dirigenti degli ambiti territoriali che hanno reso possibile l'avvio di questo anno scolastico e di tutti quegli operatori della scuola abruzzese, dirigenti scolastici, docenti e personale Ata, che con passione quotidianamente lavorano per far sentire gli alunni veri protagonisti del proprio futuro". Questa la popolazione scolastica in Abruzzo: Chieti 51.544 alunni e 2.568 classi; L'Aquila 36.544 e 1901 classi; Pescara 45.136 e 2.143 classi; Teramo 39.851 e 2008 classi per un totale di 173.075 alunni e 8-620 classi.

A Lanciano (Ch) in classe sono tornati in 8.098, di cui 7.848 della scuola pubblica. In 897 sono nelle scuole dell’infanzia; 1.623 bimbi frequentano la primaria e 1.184 sono i ragazzi della secondaria di 1° grado per complessivi  3.704 studenti. Nelle superiori invece ci sono 4.144 studenti, con l'istituto magistrale e linguistico De Titta che primeggia per numero di allievi con 1.118 studenti; a seguire lo Scientifico Galilei (1.097). E poi l’itis Da Vinci (664), il liceo classico Vittorio Emanuele II (413), l'istituto tecnico Fermi  (318), l’istituto d'arte Palizzi (307) e il professionale De Giorgio (227). Augurio dal sindaco Mario Pupillo, che ribadisce: "Viva la scuola, palestra di libertà, relazioni e saperi. Auguri a studenti, famiglie, personale e insegnanti, pilastri insostituibili della nostra società civile per il fine nobile dell’educazione e dell’insegnamento. Viva gli alunni in cui riponiamo la nostra fiducia per continuare nella costruzione di un mondo di pace e libertà".
10 settembre 2018

@RIPRODUZIONE VIETATA
totale visualizzazioni: 551

Condividi l'Articolo

Articoli correlati