Ospedale Atessa, la Asl istituisce le Unita' di Medicina, Chirurgia e Anestesia
 
La delibera è la numero 53 del 24 gennaio 2019, e cioè di oggi. Ed è il documento con cui la Asl Lanciano Vasto Chieti, nella riorganizzazione della rete ospedaliera che sta avvenendo a livello regionale, a seguito delle delibere adottate lo scorso anno dalla giunta abruzzese, ridefinendo il proprio "modello organizzativo" e l'atto aziendale,  attiva nuovi servizi all'ospedale di Atessa. Come era stato promesso, lo scorso 22 novembre, in un incontro in Comune ad Atessa, dal direttore generale della Asl, Pasquale Flacco, e dall'assessore uscente alla Sanità, Silvio Paolucci. 
La delibera istituisce, nel presidio "San Camillo de Lellis", l'Unità operativa semplice dipartimentale (Uosd) di Medicina generale; l'Unità operativa semplice (Uos) di "Chirurgia multidisciplinare in day surgery"; l'Uos di "Medicina perioperatoria", cioè anestesia. Confermata, inoltre, l'Uos di Pronto soccorso, riattivata lo scorso primo dicembre, ma adesso potranno esserci anche ricoveri. 
Così l'ospedale di area disagiata di Atessa, richiesto, a gran voce e con tanto di atti al ministero della Salute, dall'attuale amministrazione comunale e da decine di sindaci del territorio, prende corpo. A mano a mano stanno arrivando nuovi servizi, che vanno ad incrementare un'offerta di assistenza che, negli anni, dai vari governi regionali, di centro destra e centro sinistra, era stata smantellata. 
 
L’ospedale di area disagiata prevede un Pronto soccorso che effettua ricoveri in Medicina, dove ci sono 20 posti letto, 5 di questi destinati alla piccola chirurgia, la day-surgery. Stabilisce che vi siano anche ambulatori di chirurgia, ortopedia, urologia, riabilitazione, oculistica, dermatologia. Quindi un laboratorio analisi 24 ore funzionante e un servizio radiologia, endoscopia digestiva che, pur essendo già presente, sarà implementata con la tac a contrasto. La day surgery, la piccola chirurgia, prevede interventi programmati in pazienti che saranno dimessi la sera e che, in caso di complicazioni, potranno essere ricoverati nei 5 posti letto dedicati in Medicina. Alcuni interventi sono la chirurgia erniaria, flebologica, oculistica, maxillo-facciale, laparoscopica, geriatrica, urologica, proctologica.  
 
Ad Atessa dovranno arrivare nuovi medici, responsabili della varie Unità, e altro personale sanitario. La Asl, dato che Atessa, dopo anni di patimenti e di proteste, è tornato ad avere un ospedale, ha ridefinito anche il Distretto sanitario territoriale che adesso comprende Villa Santa Maria, Torricella Peligna, Lama dei Peligni ed Atessa. Prima invece abbracciava solo Villa, Torricella e Lama.
24 gennaio 2019
 
 
@RIPRODUZIONE VIETATA
totale visualizzazioni: 5162

Condividi l'Articolo