Lanciano. Dehors, dura replica della Lega a Pupillo:
GUARDA LE FOTO

Un botta e risposta pesante. Deciso. Siamo nel "delirio di amministratori comunali privi di contenuti". E' questa la replica, non proprio soft, della Lega di Lanciano nei confronti del sindaco Mario Pupillo. Dopo le accuse mosse dal sindaco e dall’assessore al Commercio, Francesca Caporale, il coordinamento cittadino della Lega replica piccato. Oggetto della contesa è la questione della regolamentazione dei dehors, sollevata giorni fa dall’associazione di consumatori Ascom. Con l’amministrazione comunale che ha parlato di un collegamento Lega-Ascom.

"Si tratta di un attacco indegno ed offensivo - dichiara il coordinatore cittadino del partito di Salvini, Fausto Memmo (nella foto) -. E chiariamo al sindaco ed alla componente di giunta che l’Ascom è un’associazione di categoria, autonoma, libera ed indipendente che sta portando avanti iniziative lodevoli. Se l’attuale governo cittadino avesse ascoltato l’Ascom e la maggior parte dei cittadini su Ztl, commercio e Via del Mare, Lanciano si ritroverebbe oggi con molti meno problemi da affrontare”.

Insomma, dice Memmo, replicate all’Ascom, senza chiamarci in campo, anche perché “la Lega è una realtà ben distinta dall’Ascom Abruzzo. Siamo un partito che con le proprie idee, proposte e motivi di opposizione, non ha bisogno di “nascondersi” dietro sigle ed altri contenitori associativi come spesso accade, invece, nel centrosinistra”.

E se il sindaco e l’assessore Caporale parlano di una condotta irresponsabile della "Lega- Ascom", rivolta a confondere e disinformare la cittadinanza la replica è ancor più netta: "Sono dichiarazioni infondate, mendaci e pretestuose - ancora Memmo - che evidenziano il delirio di un sindaco che, consapevole di essere alla inesorabile fine del proprio mandato elettorale senza idee e contenuti, espone congetture prive di fondamento. Anche il tentativo di fare da “chioccia” a Francesca Caporale appare decisamente inefficace. Se il sindaco pensa che vi sia la Lega dietro coloro che manifestano contro le politiche portate avanti dall’attuale maggioranza - conclude Memmo - si prepari, allora, ad assistere ad una sonora sconfitta. Lanciano è pronta per il cambiamento”.

Mancano 13-14 mesi alle prossime amministrative. Siamo ai primi colpi bassi. Per le “bombe” e i fuochi d’artificio c’è ancora da attendere.

Alessandro Di Matteo

@RIPRODUZIONE RISERVATA

totale visualizzazioni: 837

Condividi l'Articolo