Lanciano. Al via i lavori per la messa in sicurezza e la riapertura di vico II Corsea

"Nei prossimi mesi sarà possibile riaprire al traffico la strada". Lo annuncia il vice sindaco e assessore ai Lavori pubblici di Lanciano (Ch), Giacinto Verna.

Da una settimana infatti sono partiti gli interventi per la messa in sicurezza e la riapertura di vico II Corsea, strada che da piazza del Malvò arriva in piazza Garibaldi. Era stata chiusa il 31 agosto 2018 per l’apertura di una voragine in seguito ad un alluvione che, due mesi prima, aveva colpito la città e in particolare quella parte del centro storico.

Spiega Verna: "I lavori riguardano la posa in opera di un sistema di micropali prefabbricati che faranno da supporto ad una struttura metallica in acciaio zincato, amovibile, composta da pannelli modulari" che formeranno una sorta di sopraelevata su cui le macchine potranno passare. "E' in atto, poi,la realizzazione di un sistema di allerta e di allarme, che entrerà in funzione nel caso in cui dovessero verificarsi delle piene improvvise, come era capitato nel giugno 2018. Speriamo che queste opere possano concludersi, meteo permettendo, entro la fine del mese di febbraio".

Ora la ditta incaricata dei lavori "sta procedendo alle attività di cantierizzazione del tratto interessato dagli interventi". Non si tratta però solo di rendere nuovamente percorribile l'arteria perché annuncia Verna "si procede a un lavoro molto delicato: indagini preliminari, pre-scavo, per individuare e verificare i punti dove andranno installati i micropali, che saranno la base sulla quale sarà sistemata la passerella in acciaio in questa prima fase di messa in sicurezza". E al contempo "proseguiranno le attività di indagine e di studio, propedeutici a individuare e progettare ulteriori interventi di risanamento idraulico e idrogeologico di quelli che sono i problemi del condotto maggiore del Malvò. L’obiettivo è avere pronta nei prossimi mesi una ulteriore progettazione su come risanare i luoghi". Una volta ripristinato il transito l’accesso sarà consentito ai mezzi inferiori a tre tonnellate e mezzo.   09 nov. 2020

Alessandro Di Matteo

@RIPRODUZIONE RISERVATA

totale visualizzazioni: 992

Condividi l'Articolo