Fossacesia. 'Si apra ai turisti l'antica fonte romana'
GUARDA LE FOTO

Dopo il restauro, l’antica fonte romana, situata sotto l’abbazia di San Giovanni in Venere a Fossacesia (Ch), doveva essere inaugurata il 23 giugno dello scorso anno insieme al riqualificato belvedere, ma non si fece nulla a causa dell’improvvisa assenza del prefetto di Chieti, che non poté partecipare alla cerimonia.

Inaugurazione quindi rinviata ma, dopo ben otto mesi, non si è saputo più nulla sull’apertura ufficiale di questi luoghi. Tanti sono i turisti, ma anche i residenti, che vorrebbero visitare in modo particolare la cosiddetta fonte di Venere, ma quando arrivano sul posto trovano i tre ingressi, che conducono all’antico monumento, rigorosamente sbarrati con transenne di metallo ben serrate con robusti cavi di ferro.

La fonte di Venere, costruita in epoca romana, è attualmente di proprietà dello Stato. L’antica struttura è costituita da due vasche in pietra attualmente piene di acqua, proveniente da una vicina sorgente naturale ancora attiva. La fonte presenta al suo interno una volta a botte, dove si notano due fori circolari dai quali probabilmente un tempo si calavano i secchi legati a funi per attingere l’acqua. Secondo un’antica tradizione pagana, praticata fino alla metà del XX secolo, le donne desiderose di concepire un figlio si recavano ad attingere l’acqua che sgorgava dalla fonte. 21 feb. 2023

VITO SBROCCHI

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 4009

Condividi l'Articolo