GUARDA LE FOTO
Lanciano 23 gennaio '15 - Angelo Rosato, presidente di Progetto Etiopia Lanciano Onlus, è da pochi giorni tornato a Lanciano dopo aver trascorso più di una settimana in Etiopia per l'inaugurazione di una scuola nel villaggio di Agamsa: "C'è stata un presenza numerosa all'inaugurazione della scuola che conta tre aule, i bagni esterni e una piccola direzione didattica. Siamo stati poi ricevuti anche dall'ambasciatore Giuseppe Mistretta al quale abbiamo regalato la tradizionale campanella di Sant'Egidio e l'effigie della Madonna del Ponte realizzata su una carta speciale. L'ambasciatore ha mostrato di apprezzare molto il nostro impegno concreto per questa popolazione, tanto che ha deciso di inserire la nostra Onlus in una rivista dell'ambasciata, una newsletter bimestrale, in italiano e inglese, che si intitola 'Piazza', questo per noi è un altro importante passo avanti". 


Tornare in Etiopia, per Angelo Rosato e per tutti i membri di Progetto Etiopia Onlus Lanciano, è una grande emozione, un occasione per 'toccare con mano' tutto ciò che è stato fatto e programmare altri progetti futuri: "Questa volta c'è stata una partecipazione ancora maggiore, grazie anche alla presenza di un testimonial d'eccezione, il trombettista jazz Fabrizio Bosso che con il suo amico e collega Luciano Biondini, ha tenuto all'interno dell'istituto italiano della Cultura un concerto applauditissimo e sta contribuendo con la sua musica e la sua arte a dare visibilità al nostro progetto". Infine: "Bosso e Biondini hanno scelto di iscriversi alla nostra associazione e forse il ricavato del prossimo concerto che dovrebbe tenersi a Roma sarà devoluto alla Onlus. Per noi è davvero un grande risultato, mi auguro che altri artisti seguano il loro esempio". E lascia intendere che un altro famoso personaggio sarebbe intenzionato a far parte dell'associazione, ma in questo caso il riserbo di Angelo Rosato è totale.

Condividi l'Articolo

Articoli correlati