Costa dei trabocchi. 'A quando il completamento della pista ciclopedonale?'

La Via Verde della Costa dei trabocchi, la pista ciclopedonale che, per 42 chilometri, si affaccia sul mare lungo il vecchio tracciato ferroviario, da Francavilla al Mare a San Salvo, dev'essere ultimata.

E' quanto si dice in una interrogazione presentata dal consigliere di opposizione della Provincia di Chieti, Gabriele Di Bucchianico, e sottoscritto da tutta la minoranza. Un documento nel quale si chiede chiarezza sul futuro di quest’opera, che dev'essere ancora terminata, ma che già rappresenta un gioiello per il turismo dell'Abruzzo. "Essa però- viene detto -  stenta a decollare a causa delle criticità che ostacolano il suo completamento e che ne rallentano le potenzialità economiche, turistiche ed ambientale. Già dalla scorsa estate - si fa presente nel docuemnto - sono stati registrati numeri rilevanti, che evidenziano una crescita delle presenze, in questa zona, degli amanti della vacanza all’insegna del mare e dello sport a contatto con la natura. Sono arrivati cicloamatori da tutta Italia, ma anche dall’estero, che sono rimasti estasiati dalle bellezze di questo tratto di litorale".

Il progetto della Via Verde risale al 2006 e "rappresenta la rigenerazione di un territorio". Esso è intervento strategico per lo sviluppo del turismo regionale ed è anche parte attiva e sostanziale del cosiddetto "Corridoio verde Adriatico", Ravenna Santa Maria di Leuca. La minoranza consiliare chiede al presidente Mario Pupillo "cosa si stia attualmente facendo per risolvere le criticità registrate, quali siano i tratti interessati e le ragioni". Inoltre Di Bucchianico pone la questione “gestione dell’intera opera”: a chi sarà affidata e quali potrebbero essere le scelte messe in campo? Quale sarà, inoltre, la destinazione delle stazioni di Vasto, Torino di Sangro, Fossacesia e San Vito Chietino che sono attualmente in comodato d’uso gratuito ai Comuni, ma in scadenza. Inoltre, per quando è programmata la fine dei lavori? 

"In un momento storico complesso e delicato come questo, - è la conclusione - la Via Verde potrebbe dare impulso all’economia e a tutti quegli imprenditori che hanno già dimostrato che la nostra costa riserva pregevoli opportunità".   16 nov. 2020

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1244

Condividi l'Articolo