Governo. Nominati sottosegretari gli abruzzesi D'Eramo e Bergamotto

Il premier Giorgia Meloni ha nominato, tra i 32 sottosegretari scelti, Fausta Bergamotto, alle Imprese e al Made in Italy, e Luigi D’Eramo, all’Agricoltura e Sovranità alimentare.

"Per la prima - commenta il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi - due aquilani faranno parte di un governo di centrodestra. Un risultato straordinario per l’intero Abruzzo e per la nostra città, che con il governo Meloni tornano al centro dell’agenda politica italiana e a contare come meritano per avere risposte in uno dei momenti più complessi. E' motivo di enorme orgoglio per questa terra poter essere rappresentata, con ruoli così prestigiosi, da figure tanto autorevoli e professionali, nell’ambito di due dicasteri strategici per il rilancio del Paese". Conclude Biondi: "Quanto alla Bergamotto, solo un’altra nostra concittadina ha raggiunto un simile, importante, traguardo: mi riferisco alla senatrice Elena Marinucci che nel corso della decima legislatura, a cavallo tra gli anni ’80 e 90, ricoprì il ruolo di sottosegretario alla Sanità". 

"L’Abruzzo ne esce rafforzato con due sottosegretari in ministeri he hanno forte incidenza nella vita economica e sociale del territorio - dice il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio -. Con anche il presidente del Consiglio eletto in Abruzzo, erano decenni che la nostra regione non aveva una forza tale in un governo della Repubblica. Basti ricordare che negli ultimi tre governi vi sono stati solo due sottosegretari e nessuno nel governo uscente. Buon lavoro quindi a tutti".

"L'Abruzzo riconquista il giusto peso politico, che da troppo tempo mancava, utile e necessario ad affrontare le priorità programmatiche di tutta la regione. Un impegno chiaro a partire dalla candidatura e dalla elezione in Abruzzo di Giorgia Meloni, oggi presidente del Consiglio dei Ministri -  affermano, in una nota, i parlamentari di Fdi Etel Sigismondi, Guido Quintino Liris, Guerino Testa, Rachele Silvestri e Fabio Roscani. "I due sottosegretari, - rimarcano - si occuperanno di ministeri chiave, alle Imprese e al Made in Italy e all’Agricoltura, Sovranità Alimentare e Forestale, rispettivamente guidati da Adolfo Urso e Francesco Lollobrigida. L’Abruzzo, dunque, finalmente cambia passo: dopo essere stato marginalizzato dal centrosinistra, con Fratelli d’Italia e il centrodestra torna ad essere protagonista". 

E dall'assessore regionale all'Agricoltura,Emanuele Imprudente, gli auguri a D'Eramo: "Il suo prestigioso incarico rafforza l’azione della Regione in questo settore strategico per la nostra economia in un momento complicato per il caro energia, per l’aumento del costo dei materiali, per la difficoltà a reperire anche prodotti base per le nostre coltivazioni e per il Made in Italy sotto attacco anche per scelte sbagliate e scellerate in Europa come il Nutriscore". 31 ott. 2022
 
@RIPRODUZIONE VIETATA
totale visualizzazioni: 892

Condividi l'Articolo