Fossacesia. Pd al vetriolo contro Di Giuseppantonio: 'Assume personale solo per la sua segreteria'

"Il Comune di Fossacesia è un ente ridotto all'osso, poiché non dispone di una struttura adatta a poter garantire la gestione dei servizi minimi con un organico ormai smembrato. Conosciamo bene, purtroppo, la politica autoreferenziale portata avanti dal sindaco, la cui priorità è stata sempre la sua segreteria personale e non l’implementazione dei vari settori che sono in sofferenza quotidiana. Ad oggi risultano a disposizione 14 dipendenti (la pianta organica ne prevede circa il doppio), con qualcuno prossimo alla pensione e qualche altro condiviso tra più settori".

E' un attacco diretto e al vetriolo quello del Pd "Terre dei Trabocchi" nei confronti del primo cittadino di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio.

In una nota elencati i principali problemi dell’ente che sono: "l’assoluta assenza di operai a servizio dei lavori pubblici (si utilizza personale di Ecolan “in affitto”); responsabilità in capo alla stessa dipendente per più settori; un concorso da geometra bloccato per questioni di bilancio; un comandante della polizia locale in via di pensionamento senza avere ad oggi altre risorse disponibili".

"Assumere almeno un dipendente - viene chiesto - invece di “affittare” personale a Ecolan è davvero così sconveniente? Visto che fino a qualche settimana fa abbiamo ben pagato una persona assunta con l’articolo 90 del Tuel e alle esclusive dipendenze del sindaco e della sua segreteria politica, con retribuzione di categoria C, che tradotto in cifre sono la bellezza di 30 mila euro annue. Non pensiamo - rimarca il Pd - che il problema sia di carattere economico, ma più una scelta politica, a nostro avviso sbagliata. Sembra quasi che questo Comune risulti poco appetibile negli ultimi anni, lavorativamente parlando, in quanto molti dipendenti hanno preferito migrare in altri enti e non è un fatto positivo. Riteniamo fondamentale un’inversione di rotta augurandoci azioni di implementazione e formazione del personale, poiché ciò rappresenta un investimento per il futuro, soprattutto in vista delle risorse del Pnrr in arrivo. Il rischio è quello di perdere un treno che non ripasserà mai più". 27 feb. 2022

@RIPRODUZIONE VIETATA

 

totale visualizzazioni: 1345

Condividi l'Articolo