Coronavirus. 'In Abruzzo casi in aumento. Quali le strategie d'intervento della Giunta regionale?'

“I sostanziali aumenti di casi di positività al Covid, che si sono registrati negli ultimi giorni in Abruzzo, ci ricordano che il virus circola ancora nella nostra regione. Ma se dal ministero della Salute arrivano quotidianamente indicazioni da seguire per rallentare, una volta per tutte, la sua propagazione, da Regione Abruzzo non conosciamo né un piano per aumentare il numero dei tamponi sul territorio, né una strategia su come intervenire se la situazione dovesse peggiorare"

Lo afferma la capogruppo M5S in Regione, Sara Marcozzi, che continua: “I numeri fatti registrare negli ultimi giorni, che sommati vanno ben oltre i cento nuovi casi di positività, non devono essere sottovalutati. Per settimane abbiamo ascoltato esponenti della maggioranza continuare la propria propaganda, senza mai risparmiare attacchi pretestuosi al Governo in ogni occasione. Mi domando, a questo punto, se la Giunta Marsilio abbia realmente programmato gli interventi futuri per il contenimento della pandemia. Un piano di questo genere doveva già essere preventivamente strutturato, anche alla luce della riapertura delle scuole e di un possibile nuovo incremento dei contagi".

"La verità - prosegue Marcozzi - è che la gestione della sanità a livello territoriale è una responsabilità esclusiva di Lega, Fratelli d'Italia e Forza Italia, che ancora oggi non fanno chiarezza nemmeno su quanti tamponi si è in grado di fare al giorno. Quali sono i tempi per poterne effettuare uno? E quanto bisogna aspettare per avere la comunicazione del risultato? Tutte domande a cui nessuno è ancora stato in grado di rispondere".

“L'emergenza coronavirus - conclude -, in questi mesi ci ha insegnato che la prevenzione e la velocità di reazione davanti ai numeri sono fondamentali per farsi trovare pronti prima che sia troppo tardi. La salute va difesa con ogni mezzo".   28 sett. 2020

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 779

Condividi l'Articolo