Costa dei Trabocchi e 'Via Verde'. Allarme cementificazione per la riserva di Punta Aderci

Allarme cemento per la costa d'Abruzzo: in pericolo anche i tratti più caratteristici. 

Il Coordinamento per la Tutela delle Vie Verdi d'Abruzzo (TuViVA) denuncia le scelte che si stanno facendo a livello amministrativo da più parti e fa appello ad associazioni, cittadini, imprenditori e alle forze politiche. Ad essere presa di mira adesso è la riserva di Punta Aderci che potrebbe essere riempita di cemento e che segue i casi del resort di San Vito Chietino, con la sentenza del Tar che ha annullato la delibera del Comune che cercava di bloccare lo scempio; l’edificazione dell’area rimasta integra a nord di Pineto (Te), le concessioni balneari sulle dune di Ortona (Ch) nel tratto della stazione di Tollo ed il tentativo della Provincia di Chieti di approvare un Regolamento per far costruire nuove strutture e parcheggi sulla pista ciclopedonale sul lirotale chietino, la cosiddetta Via Verde dei Trabocchi. 

TuViVA tuona: "E' stata svelata la volontà del Comune di Vasto di rivedere il Piano di assetto della Riserva di punta Aderci a Vasto, uno dei luoghi più belli d'Italia, per aprire a premi di cubatura e cambi di destinazione d'uso in caso di ristrutturazione di ruderi e casolari agricoli. Questa sciagurata iniziativa, di cui si è venuti a conoscenza solo grazie all'interrogazione di un consigliere comunale, si aggiunge ad altri progetti potenzialmente devastanti su altrettanti tratti stupendi. La ciclabile lega i territori e dovrebbe sollecitare una progettazione e una pianificazione attenta, perché sarebbe ridicolo attirare i turisti da tutto il mondo per farli passare in mezzo ad aree totalmente antropizzate, tra case, resort, agglomerati grigio cemento".

Per l’Abruzzo, a detta del coordinamento,  queste manovre rappresentano "l’ultimo assalto al patrimonio ambientale, paesaggistico, culturale e naturalistico del litoale regionale, in grn parte già cementificato". Viene inoltre ricordato che le norme europee sulla Valutazione ambientale strategica (Vas) e sulla Valutazione di incidenza ambientale sia previsto il confronto preventivo con i cittadini fin dall'inizio delle procedure di pianificazione e di intervento.

"Il Comune di Vasto - è la domanda - con chi ha discusso finora il futuro della riserva di Punta Aderci? Certo non con i portatori d'interesse. Non con la popolazione, con i comitati e le associazioni".  06 genn. 2021

Maria Isabel Aganippe

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 554

Condividi l'Articolo