GUARDA LE FOTO

Tratto di mare rosso sulla costa di Martinsicuro (Te), e in particolare nella frazione di Villa Rosa. L'allarme è stato lanciato nei giorni scorsi e, sul posto, sono intervenuti gli uomini della Guardia costiera che hanno inviato all'Arta (Agenzia regionale per la tutela ambientale) di Pescara alcuni campioni di acque marine per essere analizzate. L'effetto - dicono i risultati degli esami Arta - è dovuto a una microalga planctonica, la Noctiluca scintillans, che non produce tossine e spesso dà luogo a maree colorate. Di giorno questa forma gelatinosa di fitoplancton tinge le acque di fiumi e mari di colori che vanno dal rosso acceso all'arancio; di notte, se disturbato dalla scia di una barca o da un banco di pesci, "accende" di bagliori azzurri il suo habitat, grazie a un sistema di proteine presente nel suo citoplasma che produce una reazione luminosa. I controlli, anche dei carabinieri forestali, sono scaturiti dalla segnalazione di cittadini che passeggiavano sulla battigia e hanno notato la colorazione anomala dell'acqua.

La Noctiluca scintillans, spiega l'Agenzia regionale per l'ambiente, non è fenomeno nuovo in Adriatico e in particolare in Abruzzo. La microalga planctonica Noctiluca scintillans è specie distribuita sia in acque fredde che calde. Non è particolarmente esigente dal punto di vista ambientale, vivendo e sviluppandosi a temperature comprese tra 8 e 25 °C. La sua fioritura, anche massiva, non determina conseguenze dal punto di vista igienico-sanitario e della balneabilità delle acque.
 L'Arta ha inviato una segnalazione al sindaco di Martinsicuro, Massimo Vagnoni, alla Asl di Teramo e alla Regione. Proseguiranno i monitoraggi. 

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 566

Condividi l'Articolo

Articoli correlati