Silvi. Muore bruciato tra le fiamme della casetta dove si riparava

Lo conoscevano tutti come Milò. E' morto carbonizzato a Silvi (Teramo) in una casetta, quella rosa, di via d'Annunzio, nell'ex Villaggio del fanciullo. L'incendio è scoppiato la scorsa notte intorno alle  3.

La vittima è un venditore ambulante di 62 anni, Onaiqi el Miloudi, di origini marocchine, che stava riposando in un monolocale. All'improvviso il fuoco lo ha avviluppato e ucciso. L'uomo, stando a quanto ricostruito dalle forze dell'ordine, nel suo riparo di fortuna, dove solitamente si rifugiava e alloggiava, si è messo a dormire su un sacco a pelo accanto a una stufa, che a un certo punto avrebbe scatenato il rogo. Lui ha cercato di fuggire, ma è caduto intossicato dal fumo, poi è stato avviluppato dal fuoco. Sono stati i residenti della zona a dare l'allarme, allertando  i carabinieri e i vigili del fuoco che sono intervenuti immediatamente.

Ma per il malcapitato ormai non c'era più niente da fare: lo hanno trovato senza vita sotto le macerie del tetto che, a causa delle fiamme e del calore, nel frattempo era crollato. 26 mar. 2021

@RIPRODUZIONE VIETATA

Foto Ansa.it

totale visualizzazioni: 815

Condividi l'Articolo