Pugni e calci a 19enne di Lanciano nella movida a Fossacesia: arrestato pugile 31enne

Finisce agli arresti uno degli autori dei pestaggi avvenuti nelle ultime settimane sul lungomare di Fossacesia (Ch) durante la movida.

I carabinieri di Fossacesia e del Nucleo operativo di Ortona (Ch) hanno dato esecuzione all’ordinanza della misura cautelare dei domiciliari emessa dal gip del Tribunale di Lanciano, su richiesta della procura della Repubblica, nei confronti di Luca Spi., 31enne, pugile e preparatore sportivo di Sant’Eusanio del Sangro (Ch).

Al giovane è stato contestato il reato di lesioni aggravate da futili motivi in quanto è ritenuto il responsabile dell’aggressione ai danni di un 19enne di Lanciano (Ch) avvenuta la notte di domenica 22 maggio scorso nei pressi di un locale estivo.

In quell'occasione, dopo un diverbio, l'indagato ha aggredito in due riprese, a distanza di circa 10 minuti l’una dall’altra, con pugni e calci, la vittima, che è stata soccorsa dagli operatori del 118 e trasportato, in ambulanza, all’ospedale di Lanciano, con la mandibola spaccata e la faccia tumefatta. Qui i medici gli hanno riscontrato gravi ferite al volto. La prognosi è stata superiore ai 40 giorni, tanto da rendere necessario il ricovero dell'adolescente e il successivo intervento chirurgico per ridurre l’entità delle fratture.

I militari, aiutati dalle immagini delle telecamere di videosorveglianza, hanno ricostruito l'accaduto e denunciato l'aggressore, a cui  è stato applicato il braccialetto elettronico.

Quella stessa sera, sempre in zona, si verificò un altro simile episodio, con un giovane di Orsogna picchiato violentemente e ricoverato in ospedale. 02 giu. 2022

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 4613

Condividi l'Articolo