Lanciano. Derubata mentre è in auto ferita per grave incidente stradale

Fingono di aiutarla mentre è in macchina, ferita, dopo un grave incidente. Ma il loro interesse è volto in realtà a sfilarle il portamonete.

Carta in Risme A4 al prezzo più basso online

Ann. Carta per fotocopie per distributori e uffici

Apri

E' la disavventura di M. C., di 49 anni, commerciante che vive ad Atessa e ha la propria attività a Lanciano (Ch). 

L'imprenditrice nelle scorse settimane è rimasta coinvolta in un incidente sulla provinciale che collega Lanciano e Val di Sangro. Lei, dopo aver chiuso il suo negozio di bomboniere, stava tornando a casa.

Lo schianto, un semifrontale tra due macchine, è avvenuto l'8 settembre scorso, dopo le 20, in località Villa Elce. Lei, alla guida di una Berlingo Citroen, era diretta a casa. 

Nei pressi del ristorante "Il Pino", l'impatto, violento, con un'Alfa 156, che procedeva nella direzione opposta e che era condotta da un uomo.

Subito dopo l'incidente, la donna era dolorante, per i traumi riportati, e in attesa dei soccorsi. "Si è fermata un'auto con due persone offrendosi di aiutarmi", racconta ad Abruzzolive.tv - . Che fortuna si dirà.... Ed invece... "Tutto avrei potuto immaginare tranne che mi sfilassero il portafogli". Infatti i due ladri, facendo finta di occuparsi della signora, le hanno preso il portamonete dalla borsa e, una volta arrivati i sanitari del 118, si sono allontanati senza dare all'occhio. "Quando i carabinieri sono intervenuti mi hanno chiesto i documenti; non ho trovato il  portafogli, ma in quel momento, nel bel mezzo di un'emergenza, non gli ho dato peso...", continua la commerciante. E poi?

"Una volta al Pronto soccorso a Lanciano, a tarda sera, ho riacceso il cellulare e mi sono arrivati alcuni messaggi...". Erano i messaggi per i prelievi che erano stati effettuati con la sua tessera bancomat. Alcuni di questi prelievi sono andati in porto, altri no. Che somma le è stata sottratta? "Circa 600-650 euro".

La malcapitata, dopo essere stata curata ed essersi ripresa, è andata in caserma ad Atessa a denunciare l'accaduto. Sono in corso indagini. 21 set. 2022

ALESSANDRO DI MATTEO

RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 6926

Condividi l'Articolo