Carabinieri speronati in Val di Sangro. La sera prima inseguimento della stessa auto da Atessa a Fossacesia
GUARDA LE FOTO

E' scesa da Borrello (Ch) l'Audi A6 che ieri sera, intorno alle 19, ha speronato il fuoristrada dei carabinieri.

Da lì, dal piccolo borgo della Val di Sangro, è partito l'allarme: di quell'auto sospetta che si aggirava in paese è stato informato, con più chiamate, il 112. E dalla compagnia di Atessa (Ch), il capitano, Alfonso Venturi, ha disposto l'invio, per controlli, di una pattuglia: la più vicina era quella di Bomba (Ch). 

 Sulla Fondovalle Sangro, in territorio di Fallo (Ch) l'impatto. I militari, che erano su una Jeep, hanno avvistato la macchina e cercato di fermarla. Ma la vettura, che correva all'impazzata, solo all'ultimo momento avrebbe tentato di stopparsi. Troppo tardi per scongiurare l'urto, che è stato violentissimo. Il mezzo militare è stato scaraventato fuori strada. L'Audi si è distrutta (vedi foto). 

Nonostante il botto, i tre occupanti della macchina, di probabili origini campane, sono usciti di corsa e si sono rifugiati e nascosti nei boschi che punteggiano la zona. Impossibile sapere se siano rimasti feriti a seguito dell'incidente.

E' scattata la caccia ai malviventi: sul posto sono convogliate diverse pattuglie dei carabinieri, anche da Lanciano, che, per tutta la notte, hanno battuto, inutilmente, i luoghi. 

Sull'Audi, finita sotto sequestro e che ha la targa clonata, quindi di un'altra macchina, una Opel Astra regolarmente posseduta a Benevento, sono stati trovati arnesi da scasso: frullino, trapano e piedi di porco, strumenti del mestiere per la banda dei furti in abitazione. Sono state rilevate anche impronte e tracce di vario genere. 

La stessa Audi, l'altra sera, quindi quella prima dello schianto, è stata al centro di un inseguimento da parte dei carabinieri di Atessa. Una pattuglia, in perlustrazione a Piazzano, ha notato la macchina ferma davanti ad alcune villette: probabilmente i ladri stavano studiando il colpo. Quando i militari si sono avvicinati per i controlli, la vettura è partita a gran velocità. E' stata rincorsa e tallonata prima sulla provinciale 119 e poi sulla Fondovalle Sangro, quando ha imboccato verso il mare. Ma, alla fine, i furfanti, a bordo di un veicolo più potente di quello delle forze dell'ordine, hanno fatto perdere le proprie tracce all'altezza di Fossacesia (Ch). 26 nov. 2021

@RIPRODUZIONE VIETATA

LEGGI ANCHE: CARABINIERI SPERONATI DA LADRI

 

totale visualizzazioni: 6808

Condividi l'Articolo