Coronavirus. Il sindaco chiude tutte le scuole a Colonnella. Tanti casi nel Teramano

Diciotto contagiati da Covid-19 e a Colonnella (Teramo) vengono chiuse tutte le scuole.

Il provvedimento è del sindaco, Leandro Pollastrelli. E' la prima ordinanza del genere in in Abruzzo.

"Sul territorio - spiega il primo cittadino - abbiamo una decina di casi confermati dalla Asl di positività al Coronavirus, oltre a 7-8 casi di cittadini che hanno effettuato il test privatamente. A questi si aggiungono un'altra trentina di tamponi in via di effettuazione. Una situazione che mi ha spinto a chiudere gli istituti temporaneamente per evitare che la situazione possa peggiorare". Questo anche alla luce degli ultimi studi che avrebbero evidenziato come i bambini, pur essendo spesso asintomatici, possono essere dei super diffusori. 

A Colonnella è risultato positivo anche un membro della giunta, fatto che ha spinto sindaco e assessori a effettuare il tampone e a mettersi in isolamento volontario in attesa del risultato del test. Inoltre tra gli infetti c'è un’addetta al trasporto dei ragazzi su scuolabus e una docente di sostegno, dipendente di una cooperativa, che presta servizio nell’istituto comprensivo. Il sindaco chiede tamponi per tutti gli insegnanti e per gli alunni.

Due positivi nella terza G della scuola "Bindi" a Silvi (Te). A comunicarlo il sindaco, Andrea Scordella. La classe e i prof sono in quarantena. Un caso anche nella scuola media di Torano Nuovo (Te). Anche in questo caso la notizia è stata data dal sindaco, Anna Ciammariconi e ragazzi e docenti sono stati messi in quarantena.

Un dipendente comunale positivo a Martinsicuro (Te) e il sindaco, Massimo Vagnoni, ha disposto la quarantena per una decina di altri impiegati. Ma la situazione è difficile in tutta la provincia. Un contagiato nella caserma dei vigili del fuoco di via Diaz a Teramo, con venti pompieri in quarantena. Stesso protocollo nei locali del laboratorio analisi dell'ospedale "Mazzini" dopo la scoperta che un infermiere ha contratto il virus: personale sanitario nello stesso turno in isolamento. A scopo precauzionale gli anziani ospitati nella casa di riposo “De Benedictis” non beneficiano delle visite di familiari e parenti.

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1085

Condividi l'Articolo