Castel Frentano. Tra moglie e marito non mettere... il carabiniere. Dopo la lite, l'arresto

Tra moglie e marito ci va di mezzo un carabiniere, rimasto contuso mentre cercava di sedare una lite in famiglia.

Con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni è stato infatti arrestato Mayaiven P., 48 anni,  originario delle isole Mauritius e residente a Castel Frentano (Ch). Dopo una forte discussione con la compagna l’uomo ha anche tentato di aggredire la fidanzata del figlio intervenuta in soccorso della donna che era prima uscita di casa poi è rientrata per prelevare oggetti personali.

Quando i carabinieri sono intervenuti per bloccare lo straniero, utilizzando persino lo spray al peperoncino, lui ha spinto e colpito un appuntato che ha riportato contusioni alla mano sinistra e un’infiammazione agli occhi (iperemia congiuntivale). Molto arrabbiato, l’uomo ha anche offeso i militari e gridando ha aggiunto: "Mi dovete arrestare, se non mi arrestate ammazzo qualcuno". Detto e fatto.

Il giudice Cristina Di Stefano, del tribunale di Lanciano, ha convalidato l’arresto e disposto per l’uomo l’obbligo di firma, quindi lo ha scarcerato. Il processo con rito direttissimo è stato fissato al primo ottobre. Il difensore Roberto Bianco, che ha chiesto i termini a difesa, preannuncia il ricorso a riti alternativi. L’episodio conferma l’impennata delle liti in famiglia che le forze dell’ordine stanno registrando a Lanciano e dintorni in questa calda estate.

Walter Berghella

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 6023

Condividi l'Articolo