GUARDA LE FOTO

Ecco il progetto per la realizzazione di una nuova pista ciclabile che collegherà Torino di Sangro (capofila), Paglieta e Atessa alla già esistente ciclabile "Via Verde" sulla Costa dei Trabocchi.

Il punto di innesto tra le due piste è localizzato in località Borgata Marina nel comune di Torino di Sangro, dove si potrà proseguire risalendo la valle del fiume Sangro lungo la Linea Gustav, uno dei fronti di guerra più importanti della Seconda Guerra Mondiale.

Il percorso costeggerà quindi le sponde meridionali del fiume Sangro attraversando punti di interesse naturalistici, ambientali e storici unici, partendo dalla riserva naturale regionale della Lecceta di Torino di Sangro. Proseguirà lungo le sponde del fiume e sarà possibile tra l’altro osservare la ricca varietà della vegetazione, legata ad ambienti acquatici, oltre a quella avifaunistica, con un numero davvero considerevole di uccelli e vegetazione spontanea.

L’infrastruttura, le cui caratteristiche saranno illustrate domani in municipio ad Atessa, si propone inoltre di riconnettere realtà già presenti come la lecceta di Torino di Sangro, il cimitero militare inglese, l’area ambientale bosco di Mozzagrogna e l'Oasi di Serranella, valorizzando altresì il lungofiume attraverso nuovi punti di vista sul paesaggio.

Il piano - portato avanti dai sindaci di Torino di Sangro, Nino Di Fonso; di Atessa, Giulio Borrelli, e di Paglieta, Ernesto Graziani - prevede inoltre il recupero dei tracciati e delle strade di servizio esistenti per attività, residenze sparse e terreni agricoli. L’opera vuole anche collegare i centri storici dei comuni di Paglieta e Torino di Sangro, attraverso un percorso ad anello, con la "Via Verde".

Il costo dell'opera è di circa 5 milioni. I Comuni hanno partecipato ad un bando del Pnrr. 

VITO SBROCCHI

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 6146

Condividi l'Articolo