Lanciano. Dalle multe per le fioriere... ai fiori per rendere più accogliente la città

Era qualche anno fa quando l'amministrazione Pupillo, sguinzagliati i vigili urbani, fece strage... di fioriere... Multe a raffica ai commercianti, rei di aver posizionato vasi davanti ai propri negozi senza pagare la tassa di occupazione del suolo pubblico. A qualche esercente, che la tassa l'aveva pagata, fu persino contestato la posizione dei vasi... "Debbono essere messi verticalmente rispetto all'ingresso del negozio e non orizzontalmente...". E giù verbali di centinaia di euro, molti dei quali poi annullati dal giudice di pace. 

Fatto che fece sparire dal centro della città le rare piante che erano posizionate dinanzi agli ingressi degli esercizi commerciali. Ora il Comune fa... pace con i fiori... e lancia la prima edizione di “Rifiorisce Lanciano”, concorso che - si dice in una nota - "intende premiare gli interventi che contribuiranno a diffondere l’immagine di una comunità accogliente, aperta, colorata. In palio due bici a pedalata assistita per i partecipanti". 

L'iniziativa è divisa in due categorie: la prima è “balconi, davanzali, terrazzi e giardini privati fioriti” che si rivolge ai cittadini, che potranno abbellire davanzali, balconi, terrazze, soglie, ingressi o altri particolari abitativi esterni visibili dalla pubblica via. Poi c'è "angoli e vetrine fiorite” per imprese, esercizi commerciali e associazioni. Il termine per iscriversi al concorso attraverso la compilazione del modulo di domanda disponibile sul sito istituzionale e invio alla mail pec comune.lanciano.chieti@legalmail.it è mercoledì 15 luglio. Successivamente all'iscrizione il Comune assegnerà una targa identificativa ufficiale a ciascun partecipante, che dovrà essere esposta in maniera ben visibile nel luogo oggetto del concorso per tutto il periodo di svolgimento dell'iniziativa, dal 20 luglio al 22 settembre. Una giuria composta da 5 membri nominati dall'amministrazione tra esperti in materia e da due rappresentanti dell'associazione "Lavenum" procederà a diversi sopralluoghi per osservare le abitazioni, gli scorci e gli angoli partecipanti al concorso e valutarli secondo i criteri indicati dal bando: varietà e composizione delle varie tipologie di fiori/piante e essenze; combinazione dei colori dei fiori; originalità e creatività delle decorazioni floreali con utilizzo di specie autoctone e/o specie aromatiche; qualità dei materiali utilizzati. 

"Abbiamo bisogno di bellezza e che questa bellezza sia partecipata e diffusa, dopo i mesi difficili che tutti abbiamo vissuto a causa della quarantena - dice l'assessore alla Cultura, Marusca Miscia -. "Rifiorisce Lanciano" ha questa ambizione: favorire una rinascita che sappia far rifiorire la città attraverso i suoi cittadini e la loro creatività".

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1988

Condividi l'Articolo