La salvaguardia dei tribunali di Lanciano e Vasto (Ch), attraverso un progetto di accorpamento, prosegue la sua strada in modo unitario. E’ quanto è stato sottolineato oggi in municipio a Lanciano (Ch), in una conferenza stampa congiunta, dai sindaci di Lanciano e Vasto, Mario Pupillo e Francesco Menna. Entrambi i primi cittadini hanno ribadito "che sulla salvaguardia e accorpamento dei tribunali verrà perseguita la strada unitaria già deciso con un progetto approvato da entrambi i Consigli comunali. All’incontro c’era inoltre la presidente dell’Ordine degli avvocati di Lanciano, Silvana Vassalli, delegata anche dal suo collega di Vasto, Vittorio Melone.

"Si va avanti in sintonia - ha detto Pupillo - anche se tutte le altre iniziative presenti sul territorio sono il benvenuto. Continueremo a seguire il percorso istituzionale e attendiamo la convocazione del ministero dove è stato depositato il lavoro svolto dalla Commissione regionale per tutelare i tribunali minori, compresi quelli di Avezzano e Sulmona. Anche alla Regione chiediamo di riaprire il discorso".

Per Menna:  "Va dato ascolto alla voce dei cittadini dei comprensori di Lanciano e Vasto per garantire presidi di giustizia. Il Governo nazionale deve ascoltare la nostra voce e accettare il lavoro chiaro che è stato fatto, unitamente ai due Ordini forensi". Per la Vassalli: "Ogni iniziativa territoriale va presa con gratitudine, ma si continua a seguire il percorso istituzionale. Si vive la rincorsa ad una legge che ha già chiuso i tribunali minori, prorogati fino al 2021 e che soffrono di carenza di personale che impedisce agli uffici di funzionare”" Il vice sindaco di Lanciano, Giacinto Verna, ha concluso: "La salvaguardia resta una priorità per difendere la legalità, poi se necessario, decideremo anche di scendere in piazza”. 

Walter Berghella  

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 412

Condividi l'Articolo

Video correlati