Calcio. Il Lanciano scatenato sul mercato

Sarà un Lanciano con tanti volti nuovi, quello che vedremo prossimamente sui campi di Eccellenza. Numerosi i calciatori che si sono aggiunti alla rosa negli ultimi giorni e che sotto lo sguardo di mister di Pasquale e del suo staff si stanno allenando al Guido Biondi.

In ordine temporale, segnaliamo l'arrivo di Ebrima Amaba Barrow, attaccante, classe 2000. Ha giocato nel Sambuceto e poi nel Pucetta (compagine che milita in Promozione girone A). A centrocampo è arrivato Giosuè Cavallo, classe 2000, che ha militato nelle giovanili del Fasano e dell'Ancona.

Rinforzato anche il reparto arretrato, con l'arrivo di Alberto Rinaldi, difensore, classe 1999, proveniente dal Nereto, con trascorsi nel Pontevomano, Torrese e Paterno e Luigi Scutti, classe 1998. Scutti può essere impiegato come terzino sinistro, ma ha ricoperto anche ruoli all'occorrenza a centrocampo. Lunga la lista delle compagini dove ha militato, Ovidiana Sulmona, Chieti, Sambuceto, Vastese e Avezzano.

Tris di arrivi nelle ultime ore; Fabio Fuschi, classe 1981, difensore centrale, Fuschi è sicuramente un calciatore d'esperienza, con una lunga lista di squadre in cui ha militato, Termoli, Sulmona, Avezzano solo per citarne alcune, proveniente dalla Torrese potrebbe rappresentare la sicurezza nel reparto arretrato dei rossoneri. Simone Antonacci, attaccante, classe 1992, proveniente dallo Spoltore, ed ex Nereto, Alba Adriatica e Sambuceto, ha disputato numerosi campionati di Eccellenza Abruzzese, concludendoli più volte con un bottino di reti a doppia cifra. Ultimo l'arrivo di Riccardo Bono, classe 2000, ala, arriva dalle giovanili del Latina.

Quindi la dirigenza rossonera punta ad allestire un squadra composta da millennials, ma comunque puntellata da giocatori che hanno maturato esperienza nei campionati di Eccellenza e che, insieme al resto della rosa, potrebbero recitare un ruolo da protagonisti nella fase che concluderà questo campionato. 02 apr. 2021

Uranio Ucci

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1019

Condividi l'Articolo