Pescara. Ciclismo. Grandi nomi, domani, al Trofeo Matteotti

Lo spettacolo del Trofeo Matteotti numero 73 si annuncia all’altezza della sua tradizione, della sua fama e del suo prestigio.

Per domani, 29 agosto, ci sono tutte le premesse per assistere ad una gara di alto livello tecnico targata Unione Ciclistica Fernando Perna con la regia del patron Daniele Sebastiani, coaudivato dal direttore tecnico dell’organizzazione Stefano Giuliani, dal presidente onorario Renato Ricci e dal segretario Dino Renzetti, più la collaborazione tecnica del Gruppo Sportivo Emilia di Adriano Amici.

Nulla è stato lasciato al caso per la corsa “monumento” dello sport a Pescara e in Abruzzo con l’obiettivo di garantire la sicurezza per via dell’applicazione dei protocolli anti Covid-19 (per atleti, squadre, pubblico e addetti ai lavori), oltre a limitare i disagi relativi al traffico veicolare in un sabato di vacanza estiva ma anche spegnere le polemiche sollevate di recente dai commercianti e dalle organizzazioni di categoria: il Trofeo Matteotti rimane un patrimonio al quale gli abruzzesi e tutti gli appassionati di ciclismo sono affezionati dove è stato scritto un grande pezzo di storia del nostro paese e della città di Pescara dopo la Seconda Guerra Mondiale ed anche nello sport.

In gara sul classico circuito ondulato di 13 giri di 15 chilometri cadauno per complessivi 195 chilometri con il transito nel cuore di Pescara Colli dove sono collocate le salite di via Tiberi (tra la Basilica della Madonna dei Sette Dolori e Colle di Mezzo), Colle Caprino e Montesilvano Colle con la successiva discesa, veloce e abbastanza tecnica, per raggiungere l’arrivo di Piazza Duca degli Abruzzi tramite Santa Filomena e la via Nazionale Adriatica.

LE SQUADRE ISCRITTE. Sono 141 i partenti in rappresentanza di 24 team, tra parentesi i migliori in gara: NTT Pro Cycling Team (Samuele Battistella campione del mondo under 23 su strada nel 2019), Trek Segafredo (Nicola Conci e Jacopo Mosca), UAE Team Emirates (Valerio Conti, maglia rosa al Giro d’Italia 2019), Bahrain MC Laren (Dylan Teuns terzo al Giro di Lombardia nel 2018), Androni Sidermec (Nicola Bagioli e Manuel Belletti, due volte secondo al Matteotti nel 2016 e nel 2017), Bardiani CSF Faizanè (Vincenzo Albanese vincitore a Pescara nel 2016 e Daniel Savini terzo nel 2019), Gazprom RusVelo (Simone Velasco ed Evgenij Shaulnov, vincitore nel 2015), Nippo Delko One Provence (Alessandro Fedeli e Mauro Finetto), Rally Cycling, Vini Zabù-KTM (Giovanni Visconti azzurro all’Europeo vinto il 26 agosto da Giacomo Nizzolo, tre volte campione italiano e secondo al Matteotti nel 2018 oltre a Luca Wackermann, recentemente vincitore del Tour du Limousin), Caja Rural-Seguros Team, Burgos BH, Circus-Wanty Gobert (Jan Bakelants, vincitore nel 2015 del Giro dell’Emilia), Giotti Victoria-Savini Due, Team Colpack Ballan, Amore&Vita, D’Amico UM Tools, General Store Essegibi-F.lli Curia, Casillo Petroli Firenze Hopplà, Team Beltrami TSA Marchiol, Work Service Dynatek Vega, Colombia Tierra de Atletas, Iseo Serrature-Rime Carnovali, Bingoal Wallonie Bruxelles e Sangemini Trevigiani MG K Vis.

GLI ABRUZZESI IN GARA. Andrea Di Renzo della Vini Zabù KTM (da Selva d’Altino, figlio dell’ex prof Marco che si classificò sesto al Matteotti nel 2000), Emanuele Onesti della Giotti Victoria-Savini Due (da Montesilvano, in gara con la squadra di matrice abruzzese del team manager Stefano Giuliani), Ivan Martinelli della D’Amico UM Tools (Lanciano), Francesco Di Felice (Pescara), Jacopo Cortese (Roseto degli Abruzzi), Antonio Di Sante (Roseto degli Abruzzi) e Davide Leone (Nereto) della Sangemini MG Kvis.

Domani, dalle 9.30 alle 10.40 sfilata squadre partecipanti sul palco allestito in piazza della Rinascita, a seguire incolonnamento e trasferimento verso la partenza. Alle 11.15 via agonistico della gara in piazza Duca degli Abruzzi. Arrivo previsto alle 16.15 circa. Quartier generale della manifestazione (giuria, sala stampa e controllo antidoping) ubicato presso la scuola elementare di via Gioberti.

ALBO D’ORO RECENTE

1995 Gianni Bugno

1996 Andrea Ferrigato

1997 Frank Vandenbroucke (Belgio)

1998 Francesco Casagrande

1999 Francesco Casagrande

2000 Eugeni Seniusine

2001 Gianni Faresin

2002 Salvatore Commesso

2003 Filippo Pozzato

2004 Danilo Di Luca

2005 Ruggero Marzoli

2006 Ruslan Pidgornyy (Ucraina)

2007 Filippo Pozzato

2008 Paolo Bettini

2010 Riccardo Chiarini

2011 Oscar Gatto

2012 Pierpaolo De Negri

2013 Sèbastien Reichenbach (Svizzera)

2015 Evgenij Shaulnov (Russia)

2016 Vincenzo Albanese

2017 Sergey Shilov (Russia)

2018 Davide Ballerini

Così nel 2019: 1° Matteo Trentin – 2°Andrey Amador (Costarica) – 3°Daniel Savini.  28 ago. 2020

Luca Alò

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 639

Condividi l'Articolo