Paglieta. La piccola Sofia che vive a Londra ma è abruzzese... doc: divenuta celeberrima dopo Italia-Spagna

Sofia vive in Inghilterra ma tifa per la sua Patria. La piccola, col faccino dipinto, inquadrata dalle telecamere, allo stadio di Wembley, lo scorso 6 luglio, durante gli Europei di calcio e, in particolare, durante la partita degli Azzurri contro la Spagna, è divenuta celeberrima.

Il suo volto sorridente, catturato dagli operatori Rai e da Sky tra quelli di 60mila tifosi che gremivano gli spalti, ha fatto il giro del mondo.

Durante e dopo la gara, che che si è conclusa, ai rigori, a favore della Nazionale di Mancini, per 5-3, ci sono stati momenti di popolarità e di felicità anche per i nonni materni residenti a Paglieta (Ch). In casa Chiavaroli, di nonno Renato e di nonna Filomena, il telefono ha infatti squillato incessantemente: amici e conoscenti hanno preso d'assalto... la coppia, segnalando di aver riconosciuto, tra l’esercito di supporter, la loro nipotina, seduta sulle spalle di papà Florin Vlaicu, romeno, insieme a mamma Martina Chiavaroli.

La famigliola, che vive, per lavoro, a Londra, da 18 anni, arriverà in Abruzzo il 19 luglio, per trascorrere le vacanze e, nell’occasione far conoscere ai parenti l’ultimogenito Matteo: per lui ci sarà anche la festa di battesimo, ritardata per via del Covid. "Sofia si è divertita, ha urlato “Forza Azzurri" a squarciagola - dice entusiasta nonna Filomena Natale -. Mi racconterà la sua indimenticabile esperienza a breve".  La domanda sorge spontanea. Quale squadra sosterrà Sofia domenica, alle finali tra l'Italia e l'Inghilterra? "L’Italia, logico no? Il cuore è... tricolore".

Linda Caravaggio

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 8737

Condividi l'Articolo