Calcio. Eccellenza. Siamo alle solite: il Lanciano non riesce a vincere

Renato Curi Angolana 2  Lanciano 1

Finalmente si è visto un bel Lanciano... Ma che parole quelle del presidente della Renato Curi Angolana, che al termine del primo tempo si scatena contro i suoi uomini, rei di non impegnarsi a sufficienza. "Questo è il risultato - ha tuonato - quando non c'è più armonia tra giocatori e tecnico. Se anche nel secondo tempo dovesse continuare così, stasera prenderò le mie decisioni".

In effetti un bel primo tempo quello dei rossoneri, che dominano la gara e che sbagliano in più occasioni il raddoppio. In panchina manca Di Pasquale; al suo posto il secondo Iezzi, appiedato dal giudice sportivo dopo l'espulsione di domenica scorsa. Primo acuto del Lanciano a 48 secondi dal fischio d'inizio, con Barrow, (nella foto), che si vede respingere il tiro da Poddu, estremo difensore della Renato Curi e Lombardi che in ritardo non riesce a ribattere a rete.

Si gioca a senso unico e il Lanciano domina la gara: al 15esimo Piccozzi la mette al centro per gli accorrenti Surugiu e Lombardi che non riescono a raggiungere la palla, ma sono le prove per il vantaggio dei rossoneri. Al 16esimo Barrow dribbla l'estremo difensore biancazzurro ed infila la palla in rete per i suoi, meritato vantaggio. al 23esimo prima azione da parte della Renato Curi, con Casati, ma Rossetti fa buona guardia. Quasi al temine della prima frazione, il Lanciano ha l'occasione per raddoppiare, con Surugiu che non si accorge di Barrow, in ottima posizione, e cerca la conclusione personale riuscendo solo a guadagnare un calcio di punizione sui cui sviluppi nulla di fatto.

Squadre negli spogliatoi e alla ripresa del gioco, le parti si invertono, la Renato Curi Angolana si ricorda che gioca in casa e chiude il Lanciano nella propria metà campo. I padroni di casa cercano di ribaltare la partita, segno anche che il mister dei biancazzurri si è fatto sentire negli spogliatoi. A quinto Di Renzo tira fuori dal cilindro un diagonale che spiazza Rossetti e vale il pareggio per i suoi. Il Lanciano, oramai è cronico il suo calo nel corso del secondo tempo, cerca di metterci una pezza, soprattutto con i cambi, forze fresche. Entra Longo al posto di Barrow che qualche minuto prima aveva rimediato un fallo ed era rimasto dolorante a terra. Paravati prende il posto di Surugiu, e il duo De Santiis – Scutti fa posto a La Barba e Marra, ma il cliscé della partita non cambia, con il Lanciano che gioca solo di rimessa e Renato Curi sempre pericolosa. Le occasioni per il Lanciano si riducono ad un calcio di punizione di Lombardi, che Poddù devia in calcio d'angolo. La Renato Curi reclama per un fallo di mano di Cacciotti in area, ma l'arbitro non concede il penalty, facendo perseguire il gioco.

Al 38esimo la svolta della gara: azione da biliardo della Renato Curi, cross dalla sinistra in area del Lanciano, doppio passaggio indietro di prima per Criscolo, difesa del Lanciano che non riesce a liberare, e tiro da fuori area del biancazzurro che infila la palla per l'incolpevole Rossetti. Raddoppio e gara chiusa, ci sarebbero anche le occasioni per incrementare il vantaggio ma forse sarebbe troppo punitivo per il Lanciano.

Arriva l'ennesima sconfitta per i rossoneri, che restano ultimi in classifica con un punto.

Avezzano e L'Aquila hanno pareggiato 1 – 1, al vantaggio rossoblu, messo a segno da Miccichè, capocannoniere del girone, nel corso del primo tempo, ha risposto Braghini nella ripresa. Non è stata la solita L'Aquila che abbiamo visto nelle altre partite, probabilmente la sconfitta patita contro il Chieti, in casa ha lasciato il segno, Chieti che oggi ha riposato ma a cui basterebbe vincere contro l'Avezzano domenica prossima per conquistare la promozione matematica in Eccellenza.

Capistrello Delfino Flacco Porto si sono divisi la posta in palio, pareggiando 1 – 1. Il Vantaggio di D'Eramo per il Capistrello, mentre il pareggio è stato messo nel sacco da Rosini, su calcio di rigore.

A tre partite dal termine di questo mini campionato di Eccellenza vediamo il Chieti a 25, L'Aquila 18, Avezzano 16, Renato Curi Angolana 14, Delfino Flacco Porto 9, Capistrello 7, Lanciano 1.  06 giu. 2021

Uranio Ucci

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 972

Condividi l'Articolo