Pescara-Verona 0-1. Scaligeri in finale playoff. Svanisce il sogno dei biancazzurri

PESCARA 0 VERONA 1

Reti: 28’st rig. Di Carmine 
Pescara (4-3-3): Fiorillo, Balzano, Bettella, Scognamiglio, Pinto (18’ Del Grosso), Memushaj, Brugman, Crecco (29’st Bellini), Marras, Mancuso, Sottil (25’st Campagnaro). In panchina: Kastrati, Gravillon, Monachello, Bruno, Perrotta, Antonucci, Del Sole, Kanoutè, Ciofani. All. Pillon

Verona (4-3-3): Silvestri, Faraoni, Dawidowicz, Empereur (21’ Bianchetti), Vitale, Colombatto (22’st Pazzini), Gustafson, Henderson, Matos, Di Carmine, Laribi (11’st Lee). In panchina: Ferrari, Berardi, Munari, Marrone, Balkovec, Lucas, Danzi, Tupta, Almici. All. Aglietti

Espulso: 47’st Scognamiglio
Ammoniti: Colombatto, Henderson, Scognamiglio, Del Grosso, Di Carmine

Arbitro: Eugenio Abbattista di Molfetta. Assistenti: Valerio Vecchi di Lamezia Terme e Francesco Fiore di Barletta. IV Ufficiale: Antonio Rapuano di Rimini. VAR: Davide Ghersini di Genova. AVAR: Daniele Minelli di Varese
Spettatori: 11.165. Ospiti: 387

Il Verona va in finale grazie alla vittoria ottenuta allo stadio Adriatico con il punteggio di 1-0, raggiunto a venti minuti dalla fine del match grazie a un rigore conquistato e siglato da Di Carmine. Serata pessima da parte dei biancazzurri che salutano nel modo più amaro i propri sostenitori dopo 94 minuti mal giocati. Si era visto sin dall'inizio che il Pescara di questa sera non era esattamente quello osservato pochi giorni fa in Veneto: timoroso, spento, dotato di un atteggiamento non propositivo. Sarà stata la possibilità di passare il turno con due risultati su tre a far cambiare atteggiamento agli adriatici? Sarà stata l’emozione? Certo è che ci ha messo del suo mister Pillon che, essendo un difensivista, ha giocato la sua partita. La sua partita, infatti, e non quella della città di Pescara. I dettami del tecnico, infatti, avranno certamente influito nel caricare in maniera accorta l'animo della squadra, scesa in campo solo nel secondo tempo e a tratti. Primo tempo tutto per il Verona che ha molteplici occasioni, al contrario dei biancazzurri che arrivano al tiro solamente allo scadere e senza neanche prendere la porta avversaria. Nella ripresa qualcosa di meglio, con una grande opportunità per Mancuso al 23’st. Ma quando mister Aglietti fa entrare Pazzini, il tecnico del Pescara Pillon fa lo stesso errore commesso in campionato: toglie un attaccante (Sottil) e fa entrare un difensore (Campagnaro). E come in campionato passano un minuto o forse due ed ecco la debacle: fallo in area di Scognamiglio e rigore per il Verona. Dal dischetto Di Carmine spiazza Fiorillo. A questo punto il Pescara si riversa in attacco disperatamente, ma è tardi e anche in confusione. Ci si prova in mille modi a raddrizzare la gara, ma in pieno recupero Scognamiglio si fa cacciare per un fallo inutile in fase d'attacco. C'è un'ultima opportunità per il Pescara con Bellini che proprio allo scadere si gira in area da posizione super favorevole, ma tira alto. Il Pescara si morde i gomiti, lascia passare il Verona e, presumibilmente, saluta mister Pillon. Chi è causa del suo male, pianga se stesso.
Alla fine, solo applausi dei tifosi biancazzurri.

5’ Super Fiorillo a tu per tu con Di Carmine che si propone in velocità, viene servito da Colombatto, ma si fa ipnotizzare dal portierone biancazzurro che con una mano respinge la conclusione a botta sicura, ma l'assistente Fiore di Barletta alza la bandierina per il fuorigioco dell'attaccante scaligero. Fiorillo, ad ogni modo, c'era!
13’ Azione personale di Laribi che dal vertice dell'area biancazzurra propone un tiro cross che batte sull'esterno della rete pescarese
18’ Pescara costretto al cambio forzato per infortunio di Pinto in mischia in area pescarese: dentro Del Grosso
18’ Opportunità per il Verona con un colpo di testa ravvicinato di Laribi, perso in area biancazzurra da Balzano, ma il pallone tocca l'esterno della rete di Fiorillo
21’ Infortunio anche per Empereur che è costretto a lasciare il campo lasciando il posto a Bianchetti
23’ Colpo di testa di Matos in corsa e palla bloccata centralmente da Fiorillo
28’ Conclusione di Sottil che prepara il destro dal limite e lascia partire un tiro che viene deviato da un nugolo di avversari e poi da Silvestri che si allunga toccando in corner
31’ Sventola di Laribi dalla grande distanza: c'è la potenza, ma non la precisione e il pallone è alto
36’ Gol annullato a Di Carmine che viene lanciato in posizione più che dubbia e davanti a Fiorillo segna e solo in quel momento l'assistente Fiore di Barletta segnala il fuorigioco, apparso più che evidente
45’ Piatto destro di Brugman da fuori area e palla fuori di poco
2’st Gran cross di Sottil dalla sinistra, spaccata di Marras sul secondo palo e palla fuori!
3’st Memushaj dal limite carica il sinistro e palla deviata in calcio d'angolo dalla difesa del Verona schierata
6’st Destro di Memushaj dal limite e palla bloccata a terra da Silvestri
9’st Contropiede del Verona che si distende e porta al tiro Faraoni che prova ad incrociare la conclusione dalla destra, ma il pallone è centrale e Fiorillo blocca a terra
17’st Colpo di testa insidioso di Di Carmine e palla fuori
23’st Pescara vicino al vantaggio con una botta al volo di Mancuso che viene deviata da Silvestri con un balzo felino! Occasionissima per il Pescara!
24’st Matos in contropiede semina scompiglio, arriva al limite dell'area pescarese e tira alto
28’st Scognamiglio perde Di Carmine in area biancazzurra e lo stende alle spalle. È rigore per il Verona
29’st Dal dischetto non sbaglia Di Carmine. Verona in vantaggio
38’st Mancuso pescato in area veronese arriva al tiro in scivolata, ma la sua conclusione è contrata dal portiere Silvestri in uscita disperata
47’st Scognamiglio si prende il secondo giallo per fallo incomprensibile in zona offensiva. Pescara in dieci uomini
49’st Girata di Bellini sotto porta e palla alta di un nonnulla. È la fine del sogno del Pescara. Il Verona vola in finale contro il Cittadella.

Fernando Errichi
@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 320

Condividi l'Articolo