Le Nazionali di calcio femminile e maschile ripartono, con un po' d'Abruzzo al

C’è grande fermento attorno ai colori azzurri per i prossimi impegni che vedranno impegnate le nostre nazionali alle Olimpiadi, ma non solo. Il 2021 è infatti l’anno degli Europei e della Nations League di calcio maschile, mentre il 2022 sarà invece l’anno in cui verranno giocati gli Europei femminili. Facciamo quindi il punto della situazione per le due nazionali di calcio, in cui c’è la presenza importante della regione Abruzzo. In passato, la nostra regione ha celebrato le vittorie dell’Italia e dei suoi conterranei come Massimo Oddo e Fabio Grosso, quest’ultimo abruzzese “d’adozione”, entrambi campioni del mondo nel 2006 con la nostra nazionale in Germania, ed entrambi passati dall’Abruzzo, il primo come allenatore, il secondo come calciatore. Ora il calciatore abruzzese in assoluto più conosciuto è Marco Verratti, protagonista sia con il PSG in Francia e in Europa, sia con la nazionale maggiore, di cui è il leader tecnico del centrocampo, insieme a Jorginho, e con cui ha diverse volte indossato la maglia numero "10".

Verratti: leader tecnico della nazionale di Mancini

Non potremmo parlare di nazionale di calcio senza citare il nome di Marco Verratti. Il calciatore in forza al PSG è assolutamente uno dei patrimoni maggiori del nostro calcio, per continuità, tecnica, carisma e esperienza. Esploso proprio a Pescara nel 2011, stagione in cui il Delfino guidato da Zdenek Zeman, tornato poi in Abruzzo nel 2017, riabbracciò la massima serie, era insieme a Immobile e Insigne uno dei punti fermi di quella squadra. E se l’Italia di Mancini è vista fra le prime sei candidate alla vittoria degli Europei 2020 con quota 13,00, come conferma il sito di scommesse EURO 2020 di Betway al 10 febbraio, lo si deve anche ai tre ex Pescara, attualmente tre elementi inamovibili dello scacchiere azzurro di Mancini e il suo staff. Ma non finiscono qui gli impegni per l’Italia maschile: a ottobre ci saranno le semifinali di Nations League e l’Italia si troverà di fronte alla Spagna, che però non incute così tanto timore come negli anni passati. Inutile sottolineare che queste due manifestazioni a cui si appresta a partecipare la nostra nazionale dovranno confermare quanto di splendido fatto dall’Italia nel biennio 2018-2020, in cui Mancini ha letteralmente dato un nuovo volto a questa squadra, grazie anche al lavoro della FIGC, non soltanto a livello tecnico e organizzativo, bensì anche in materia di marketing e partnership.

Le azzurre: dopo un mondiale nel 2019 da protagoniste cercano conferme agli Europei

Il discorso non è diverso per ciò che concerne la nazionale italiana di calcio femminile. La selezionatrice Milena Bertolini siede sulla panchina azzurra dal 2017 e ha vissuto da vicino la trasformazione del calcio femminile, dichiarato sport professionistico a partire dalla stagione 2022/2023. In comune, la nazionale maggiore maschile e femminile hanno principalmente due cose: un biennio alle spalle da protagonisti, e un feeling non proprio entusiasmante con gli Europei per nazioni. La squadra della Bertolini si è comportata in maniera egregia ai Mondiali 2019 tenutisi in Francia, uscendo battuta solamente dall’Olanda per 0-2 e palesando un gap fisico su cui però la selezionatrice ha lavorato nel corso dell’ultimo anno. Anche nella nazionale femminile l’Abruzzo è stato ben rappresentato: agli ultimi campionati del mondo erano due le calciatrici abruzzesi, Daniela Sabatino, nata a Castelguidone (CH) classe ‘85 e Linda Turceri Cimini, nata ad Avezzano (AQ) nel ‘91, ma rimasta per lo più in panchina nella rassegna mondiale.

L’unico colore che conosce il nostro calcio è l’azzurro. Il calcio femminile ha preso sempre più consapevolezza e viene seguito con sempre più attenzione da esperti e appassionati. Il biennio 2021-2022 sarà importante per i colori azzurri di calcio, e sia per Mancini che per la Bertolini sono attesi appuntamenti fondamentali, per capire su che livello si trovano le due nostre rappresentative maggiori. In attesa degli Europei di calcio e delle Olimpiadi di Tokyo 2020, della Nations League a ottobre e degli Europei di calcio femminili del 2022, le rappresentative nazionali di tutti gli sport si preparano al meglio per far gioire tutti i tifosi azzurri, in un biennio ricco di sport e eventi internazionali.   25 feb. 2021

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 685

Condividi l'Articolo