Lanciano. Triangolare di calcio in carcere  tra i detenuti e il Fossacesia
GUARDA LE FOTO

Triangolare di calcio sul campo del penitenziario di Lanciano (Ch). Le amichevoli sono state disputate tra i detenuti e la formazione dell'Associazione sportiva dilettantistica Fossacesia Calcio.

Al mini torneo hanno partecipato due  squadre  formate da ospiti del supercarcere di località Villa Stanazzo: in campo  19 di loro, dai 18 ai 50 anni. A sfidarli i giocatori del Fossacesia,  ed è  stata un’esperienza, che la società calcistica ha definito unica. La vittoria è andata agli ospiti, ma il risultato finale non fa testo.

"Una giornata incredibile, non pensavo potessi provare tali emozioni realizzando semplici incontri di calcio - commenta il presidente del Fossacesia, Giuseppe Ursini, che evidenzia: - Un’esperienza indimenticabile: i nostri calciatori sono rimasti colpiti dal comandante Di Nella, dal capitano Lotito, dalla direttrice Lucia Avantagiato, da educatori, dal corpo di polizia penitenziaria, e dai vari Achille, Gennaro, Totò, Mario, Fabio, ed altri... Quest’ultimi sono i reclusi e stanno espiando pene anche molto severe, ma hanno una generosità, una passione ed un sorriso che non ti aspetti. E, sinceramente - conclude Ursini- al di là di ogni retorica, ci hanno donato moltissimo, regalandoi una gioia incolmabile!"

Nel corso del triangolare, i detenuti hanno raccontato le loro storie, descritto la vita in cella, e rivolto domande sulla "normalità, il vivere quotidiano, e sulle attività svolte dai giocatori del Fossacesia". "Due realtà a confronto - affermano alcuni giocatori - che, benchè appaiano lontanissime, fanno entrambe parte del nostro tessuto sociale e il cui incontro è stato sicuramente motivo di crescita per tutti. E’ stato un onore esserci e ci auguriamo di poter tornare presto".

Linda Caravaggio

@RIPRODUZIONE VIETATA

Nella foto Ursini e Di Nella

totale visualizzazioni: 810

Condividi l'Articolo