Lanciano e il Giro d'Italia. 'Tre giorni in... rosa. Una grande ripartenza per il territorio'

In municipio ufficializzato, questa mattina, il ritorno, a Lanciano (Ch), dopo più di vent'anni, del Giro d'Italia, come annunciato, in anteprima, nelle scorse settimane, da Abruzzolive.tv.

La città frentana, infatti, ospiterà, il prossimo 13 ottobre, la partenza della tappa Lanciano-Tortoreto della 103esima corsa rosa. A parlarne il sindaco Mario Pupillo, l'assessore allo Sport Davide Caporale e il fiduciario Rcs per l'Abruzzo, Maurizio Formichetti, dopo l'approvazione da parte della Giunta della delibera di adesione alla convenzione con la Rcs-Gazzetta dello Sport, società che organizza il Giro.
 
"E' la manifestazione sportiva che più di tutte unisce il nostro Paese - attacca il primo cittadino - e torna a Lanciano in un anno che definire particolare è un eufemismo. Abbiamo voluto cogliere questa occasione per la nostra comunità e per tutto il comprensorio, per ripartire con ancora più fiducia, speranza ed attenzione dopo i mesi difficili della quarantena. Il Giro, come noto, è una grande vetrina internazionale per Lanciano e l'Abruzzo intero: la carovana rosa ripartirà il 13 ottobre da Lanciano, da piazza Plebiscito, dopo il giorno di riposo e la tappa di domenica 10 ottobre San Salvo-Roccaraso che si preannuncia spettacolare per la lotta alla maglia rosa. Avremo quindi per tre giorni in Abruzzo campioni, atleti, addetti ai lavori, tecnici e giornalisti da tutto il mondo, con Lanciano che si vestirà di rosa e a festa già da lunedì 11 ottobre con una serie di iniziative che andremo a promuovere ed organizzare con la partecipazione di appassionati e esperti di ciclismo che andranno a comporre il Comitato tappa".

"Questa edizione - sottolinea Caporale - sarà ricordata per sempre, darto che si svolge in autunno a causa del coronavirus, e siamo felici di legare il nome della nostra città ad un evento unico che ha il sapore della ripartenza, della voglia di vincere e superare la più grave emergenza sanitaria, sociale ed economica dal dopoguerra in poi. Sarà una festa grande - ha proseguito Caporale - e la città è già in ebollizione".

"Per tre giorni – sottolinea Formichetti – l’Abruzzo sarà sotto la luce dei riflettori e sono certo che ancora una volta daremo una buona immagine. L’arrivo di Roccaraso, ad esempio, farà conoscere a tutti le nostre montagne, che non sono da meno delle Alpi". E poi da Lanciano verso San Vito e il mare, per la costa teramana.

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 777

Condividi l'Articolo