Lanciano Calcio. De Vincentiis ci ripensa e chiede scusa... Ma i tifosi: 'Se ne vada'
GUARDA LE FOTO

Scendono le prime ombre della sera, quando il presidente del Lanciano Calcio 1920, Alessandro De Vincentiis tiene la sua conferenza stampa allo stadio Guido Biondi. Questa è la prima notizia. 

Infatti De Vincentiis subito precisa che nel suo comunicato aveva parlato di disimpegno dal Lanciano ma non di dimissioni dalla carica di presidente. Un incontro stampa in cui De Vincentiis chiede scusa alla città e ai tifosi per i modi con cui Di Gennaro ha espresso le proprie opinioni ed idee. Le sue parole sono: “Mi scuso con tutti”. Ma non bastano.

Al di là delle scuse, restano tante domande, in primis quali sono le intenzioni di De Vincentiis per il futuro, anche alla luce di una palese contestazione dello zoccolo duro della tifoseria rossonera nei suoi confronti. Che è presente. Prima di abbandonare la conferenza, gli ultras chiedono al presidente di mantenere la parola data, e di abbandonare il Lanciano Calcio. Sia lui che Di Gennaro debbono andarsene, altrimenti sarà contestazione dura.

Quale sia adesso il destino del Lanciano non è dato saperlo, al momento. Non sono stati chiariti gli aspetti dell'iscrizione della società al campionato di Eccellenza; non si è parlato di una eventuale cessione della società (peraltro de Vincentiis ha smentito che ci siano dei contatti in corso). Di sicuro c'è che entro fine mese bisogna provvedere all'iscrizione nel prossimo campionato, ma al momento le parole testuali di De Vincetiis sono: "Devo riflettere, la notte porta consiglio, oggi sono venuto qui per scusarmi e per ascoltare i tifosi". L'impressione è che oltre alle ombre della sera stiano scendendo anche le ombre sul manto erboso del Biondi.

Uranio Ucci

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 2422

Condividi l'Articolo