L'Aquila. Ecco la più grande mostra sulla storia mondiale del calcio
GUARDA LE FOTO

Pezzi unici. I modelli di palloni e gli scarpini dal 1930 ad oggi, e le maglie originali dei campioni del calibro di Cruijff, Maradona, Pelé, Falcao, Platini, Ronaldo, Totti, Buffon e molti altri. Rimarrà aperta fino al 30 novembre prossimo: è la mostra gratuita itinerante “Viaggio con la storia del calcio” del Museo del calcio internazionale promossa dall’Associazione Italiana Cultura Sport. A L’Aquila, all’inaugurazione dei giorni scorsi tanti gli ospiti eccellenti presenti, tra cui il presidente di L’Aquila 1927 Stefano Marrelli, il giocatore Damiano Zanon e il presidente nazionale di AiCS Bruno Molea. Assieme a loro anche i Presidenti di AiCS Abruzzo Andrea Padovani e di AiCS L’Aquila Gianni Padovani.

Grazie alla collaborazione dell'associazione L'AQUILA Young, dei comitati provinciale e regionale di AiCS e con il patrocinio del Comune dell’Aquila, quella abruzzese è la 15esima tappa dell’esposizione itinerante e rimarrà a Palazzo Iacobucci, su corso Federico II, tra i complessi ottocenteschi più rilevanti del centro e da poco ristrutturato dopo il sisma.

“Già 10 anni fa, come AiCS - ha dichiarato il presidente di AiCS Bruno Molea - abbiamo devoluto il nostro fondo di solidarietà ai cittadini aquilani. Abbiamo deciso di tornare e chiudere proprio qui il nostro tour itinerante per dare un segnale positivo: è il tempo della ricostruzione. E dai giovani e dal bello si deve ripartire per trovare coraggio e determinazione. Speriamo che le scuole facciano visita alla mostra e che siano i nonni ad accompagnare i propri nipoti per immergerli in un viaggio che non è solo nella storia del calcio ma nella storia dei costumi e delle tradizioni italiane e internazionali”.

Fino ad ora sono oltre 110mila le persone che hanno potuto osservare da vicino i cimeli unici esposti dal Museo del calcio internazionale® esposti in 14 città diverse, da nord a sud Italia. La tappa aquilana completerà dunque la mostra itinerante del museo diffuso più grande d’Italia che ha fatto già tappa a Forlì, Potenza, Foggia, Nocera Inferiore, Jesi, Chioggia, Verona, Firenze, Padova e Padova Fiere, Sassari, Ostia, Bologna.

L’impegno e la passione di AiCS, tra i primi enti di promozione sportiva del Paese, ha reso dunque accessibile a tutti gli storici cimeli unici del calcio: attraverso di essi, la prestigiosa raccolta ha il merito di raccontare non solo la storia dello sport più seguito al mondo, ma anche quella del nostro Paese e i suoi costumi, e del ruolo del calcio nella storia d’Italia. Spazio particolare è dato alle origini del calcio e al valore sociale alla base della sua promozione: per questo non mancano gli omaggi all’etica calcistica, come la maglia di Lionel Messi dedicata al progetto Mes per i rifugiati, e ai campioni che più sono rimasti nel cuore degli italiani, come Piermario Morosini e Davide Astori, entrambi scomparsi giovanissimi.  

Alessandro Di Matteo

@RIPRODUZIONE RISERVATA

totale visualizzazioni: 77

Condividi l'Articolo