Il Pescara soffre e strappa un punto importante a Pisa

PISA 0 PESCARA 0

PISA (4-3-1-2): Perilli, Birindelli (72’ Belli), Benedetti, Caracciolo, Lisi, Siega, Mazzitelli, Gucher (78’ De Vitis), Vido (65’ Soddimo), Sibilli (65’ Palombi), Marconi (72’ Masucci). In panchina: Pisano, Kucic, Meroni, Bechini, Quaini, Loria, Masetti. All. Luca D'angelo

PESCARA (3-5-1-1): Fiorillo, Guth, Bocchetti, Scognamiglio, Bellanova, Memushaj (55’ Crecco), Valdifiori (65’ Fernandes), Maistro (65’ Ceter), Jaroszynski, Galano, Capone (55’ Omeonga). In panchina: Alastra, Radaelli, Ventola, Antei, Nzita, Bocic, Riccardi, Vokic, Blanuta. All. Roberto Breda

Ammoniti: Valdifiori, Maistro, Mazzitelli, Guth, Benedetti

Arbitro: Daniele Paterna di Teramo. Assistenti: Valerio Vecchi di Lamezia Terme e Fabio Schirru di Nichelino. IV Ufficiale: Livio Marinelli di Tivoli

Un punto importante guadagnato dal Pescara grazie allo 0-0 di Pisa. All’Arena Garibaldi i biancazzurri partono con il freno a mano tirato soprattutto perché non hanno un riferimento offensivo importante: Capone, partito in avanti al posto di Ceter non al meglio, infatti, non garantisce la stessa profondità del colombiano. Inoltre, Capone non sembra intendersi al meglio con il compagno di reparto, Galano. A centrocampo, il Pescara gioca a 5, ma le presenze di Valdifiori e Memushaj attualmente rallentano troppo il gioco e il reparto ne risente. Gli esterni, invece, provano a lavorare ai fianchi il Pisa del mister pescarese D'angelo: Bellanova, in gran forma stasera, e Jaroszynski, un po' troppo legnoso, arano le fasce dando respiro alla manovra. In difesa, buona la prova di Guth, sicuro accanto a Bocchetti e Scognamiglio. Meriterebbe una medaglia al valore il capitano, Fiorillo, capace di prenderle tutte stasera: prova a dir poco maiuscola del portiere biancazzurro al quale va certamente la fascia del migliore tra gli abruzzesi. Durante la prima frazione di gioco il Pescara rischia grosso in più di un'occasione e solo le prodezze di Fiorillo riescono a mantenere a galla l'undici di mister Breda, arrivato a Pisa con l'intento quantomeno di muovere la classifica. In avanti il Pescara stenta e ha due sole occasione per arrivare al tiro con Galano e Bellanova: troppo poco per impensierire Perilli. Nella ripresa il trend non cambia, ma il Pescara, dopo le sostituzioni, gioca certamente meglio e soprattutto lotta su ogni pallone: la presenza di Fernandes a centrocampo si fa sentire, così come quella di Ceter, capace di impegnare tutto il reparto difensivo avversario con le sue spalle larghe. I pericoli lì dietro sono sempre tanti, ma per fortuna c'è San Fiorillo che abbassa la saracinesca. Che qualcosa sia cambiato dall’avvento di mister Breda lo dicono i numeri: in tre partite disputate, per due volte la difesa biancazzurra è stata capace di subire zero reti, aspetto non secondario. Altro aspetto positivo è che la squadra dà l'impressione di essere capace di soffrire, portando a casa il massimo risultato possibile nelle precarie condizioni attuali. Certo, la classifica dice che il Pescara oggi è terzultimo in graduatoria, guadagnando un punto solamente su Ascoli ed Entella, ancora uscite a pezzi dal turno di campionato, è sabato allo stadio Adriatico arriva il Monza, formazione costruita per centrare il salto di categoria.

IL FILM DELLA PARTITA
8’ Miracolo di Fiorillo che respinge in modo magistrale una punizione dal limite di Marconi! Un intervento che vale un gol!
11’ Tiro cross pericoloso di Jaroszynski deviato sulla traversa da Benedetti
15’ Buona occasione sui piedi di Galano che spara a rete da posizione invitante, ma Caracciolo è sulla strada tra lui e la rete e il pallone è respinto
22’ Mazzitelli di sinistro al volo al centro dell'area di rigore impegna severamente Fiorillo che si distende e devia in corner! Altra grande deviazione del portiere biancazzurro!
33’ Sinistro al volo di Vido appena all'interno dell'area di rigore biancazzurra, ma palla deviata in corner
44’ Occasionissima per Bellanova che si accentra al limite dell'area pisana e lascia partire un sinistro che viene deviato da Perilli, la palla arriva sui piedi di Maistro che da due passi si fa respingere il pallone nuovamente dal miracoloso Perilli che lo devia al di là del palo destro, ma Maistro è in fuorigioco e l'azione era stata bloccata dalla segnalazione dell'assistente dell'arbitro. Resta il gran balzo di Perilli e, soprattutto, l’incredibile occasione (seppur non valida) sciupata da Maistro
54’ Birindelli ci prova dalla distanza con una stoccata rasoterra, ma Fiorillo riesce a bloccare anche se in due tempi, senza dare la possibilità di intervenire a Sibilli sotto porta
68’ Combinazione Soddimo-Marconi, ma il tiro di quest'ultimo è velleitario ed a,tu sulla traversa di Fiorillo
70’ Punizione dalla trequarti di Gucher, palla spizzata in area con un colpo di testa di Caracciolo e Fiorillo è ancora chiamato alla deviazione provvidenziale
82’ Super intervento di Fiorillo che devia in corner un rasoterra bomba di Mazzitelli dai 27 metri! Botta precisa e forte da parte del giocatore nerazzurro e risposta da campione del capitano biancazzurro
90’ Segnalati 4 minuti di recupero
92’ Palla vagante fuori dell'area pisana e botta dalla distanza di Bellanova che non trova lo specchio della porta di Perilli. 15 dic. 2020

Fernando Errichi

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 571

Condividi l'Articolo