Calcio. Eccellenza, quinta sconfitta consecutiva per il Lanciano
GUARDA LE FOTO

Lanciano Calcio 0 Delfino Curi Pescara 1

Lanciano: Elezay, Labonia, Nazari, Tissone, Claro, Scipioni, Mariano, Mazzieri, Bocchio, Bertino, Mazieres. A disposizione: Seck, Carella, Priorelli, Rei, Fragassi, Bodo, Mingolla Tommasselli. Allenatore Pablo Pedro Pasculli

Delfino Curi Pescara: Calore, Paolilli, Di Giovacchino, Gobbo, Lupo, Cozzi, Polletta, Rosini, Marzucco, Tankuljic, Massa. A disposizione, Bifulco, Sabatini, Pastorini, Sciamanda, Giannini, Palmisano, Falco, Tambrriello, Palmaricciotti.

Allenatore Bonati

Arbitro: Amatamgelo di Sulmona, assistenti, Monaco e Mongelli di Chieti.

Reti: Pastorini (D) al 82°

Per il Lanciano arriva la quinta sconfitta consecutiva, ma quello che oggi ha lasciato molto perplessi i pochi tifosi accorsi allo stadio Guido Biondi, è stata la mancanza di gioco. Una completa involuzione, una parabola discendente.

E' inutile cercare giustificazioni, nel pessimo terreno di gioco, o negli assenti che comunque si sono fatti sentire: non si può assistere ad una gara con un solo tiro diretto nello specchio della porta. Possiamo capire che oggi l'importante era tornare a fare risultato, ma il modo in cui il Lanciano ha approcciato la gara è stato errato. Aggiungiamo che aver regalato due uomini agli avversari (vedi le espulsioni di Tissone e Mazieres), sono stati il sintomo di un nervosismo palpabile all'interno della squadra. I continui cambiamenti, e la mancanza di creare quello che si definisce “lo spogliatoio” hanno finito per colpire il morale dei ragazzi, che fino a che hanno potuto, sono usciti sempre dal campo dopo che aver dato tutto quello che potevano.

Il Lanciano, sembra cominciare bene la gara, quando al 4° Mariano, prova a saggiare le doti di Calore, che attento devia il tiro oltre la traversa. Da questo momento scende la nebbia (metaforica) sul Lanciano che difficilmente riesce a passare la metà campo.

11° Gobbo, ben appostato sulla sinistra fa sfilare la palla alla sinistra di Elezay.

18° provvidenziale intervento dell'estremo difensore frentano che devia la palla di quel tanto che basta affinché non finisca in rete. 3

20° Massa lanciato a rete, viene anticipato dall'uscita provvidenziale di Elezaj che spazza il pallone.

35° Primo cartellino rosso della giornata. Amatangelo sventola il rosso ad indirizzo dell'allenatore del Delfino Curi, (vedi foto) reo di reiterate proteste. Dopo due minuti di recupero si chiude la prima frazione, ma prima del ritorno negli spogliatoi, c'è il secondo cartellino rosso della giornata ad indirizzo del presidente del sodalizio del Delfino Curi, sempre per proteste.

La seconda frazione si apre con il Lanciano che si affaccia dalle parti di Calore, con le proteste rossonere per un presunto fallo di mano in area.

53° Labonia ci mette una pezza, anzi un piede per deviare la palla diretta in porta a portiere battuto.

58° Il Lanciano batte un calcio di punizione, la palla termina tra le braccia di Calore che immediatamente la rimette in gioco; rapida discesa della Delfino nella metà campo del Lanciano, fallaccio di Tissone, che già ammonito rimedia il secondo giallo e conseguente l'arbitro estrae per la terza volta il cartellino rosso ad indirizzo del calciatore frentano.

Girandole di sostituzioni.  Al 72° Mazieres, (vedi foto) neo acquisto del Lanciano, si presenta con un fallo inutile ai tifosi rossoneri: la palla si trovava lungo la fascia destra del campo, poco dopo la linea di centrocampo, il giocatore rossonero, interviene con estrema foga, falciando il calciatore della Delfino Curi e Amatangelo estrae per la quarta volta il cartellino rosso. Con due uomini di vantaggio il Delfino tenta la la carta vincente, ma il Lanciano sembra proprio svegliarsi dal torpore che lo ha avvolto da inizio gara, ed inizia a cercare di macinare gioco, ma oramai è troppo tardi, quando all'82° Pastorini (vedi foto) trova il tiro del vantaggio.

Dopo 5 minuti di recupero termina la gara. In classifica il Lanciano resta sempre al 5 posto, ma con questo gioco la strada è solo in salita. 13 feb 2022

@RIPRODUZIONE VIETATA

Uranio Ucci

totale visualizzazioni: 1456

Condividi l'Articolo