La squadra del Lanciano Calcio 'sfrattata' da San Vito

Il Lanciano Calcio 1920 resta senza un campo dove allenarsi.

A giocare il classico “scherzo di carnevale” sarebbe stata l'asd San Vito '83, ente gestore del campo sportivo che, dopo aver atteso invano gli ultimi pagamenti per l'utilizzo del  “Tommaso Verì” da parte dei vertici rossoneri, ha di fatto messo alle strette la squadra di Max Pincione, che ha deciso di mollare e andare via da quella struttura.

Come gli sportivi ricorderanno, il Lanciano Calcio data l'indisponibilità dello stadio "Guido Biondi" di Lanciano, si allena a San Vito Marina, mentre le partite casalinghe vengono disputate in quel di Scerni. Adesso sarebbe arrivata la doccia fredda. Inoltre aggiungiamo che nell'ultima partita casalinga giocata a Scerni un dirigente della squadra locale, ha riferito ad Abruzzolive.tv che solo grazie al loro intervento si è potuta disputare la gara, dal momento che il Lanciano si era presentato solo con un pallone. Una situazione tragicomica.

Da quanto sappiamo, sarebbe stata trovata una soluzione d'emergenza, gli allenamenti si svolgeranno provvisoriamente ad Orsogna (Ch) in una struttura per calciotto, in attesa di una soluzione più consona. Quindi dopo i pessimi risultati sportivi, con un compagine relegata al penultimo posto in classifica, abbandonata dai tifosi e nel più disinteresse generale, continua la discesa dei colori rossoneri. 21 feb 2023

URANIO UCCI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

totale visualizzazioni: 7931

Condividi l'Articolo