Calcio. Eccellenza, pari del Lanciano a Sambuceto

Sambuceto 2 - Lanciano 2

Sambuceto: De Deo, Brattelli, Carrascosa, Marfisi, Bruni, Pellecchia, Manciani, Camplone, Miccichè, Ranieri, Diaz. A disposizione, Di Donato, Sall, D'Angelo, Palunbo, Scardetta, Barrow, Rosati, Sepe, Del Greco. Allenatore Donato Ronci

Lanciano Calcio 1920: Elezay, De Fabbritiis, Nazari, Mazzieri, Mingolla, Scipioni, De Marchi, Hyseni, Bocchio, Mariano, Fragassi. A disposizione, Sek, Carella, Tommaselli, Bertino, Priorelli, Bodo, Claro, Rei. Allenatore Pedro Pasculli.

Arbitro: Paul Aka Iheukwumere de L'Aquila, assistenti, Davide Donatelli e Luca Bruno, entrambi di Pescara.

Reti: 4°Ranieri (S), 31° De Fabritiis (L), 37° Bocchio (L),77° Ranieri (S).

Mister Pasculli conquista il primo punto con i rossoneri, pareggiando 2 – 2, in quel di Sambuceto. Pareggio che comunque va stretto ai frentani, che seppur passati in svantaggio, sono riusciti a ribaltare le sorti dell'incontro. Dopo 5 sconfitte consecutive, la reazione dei rossoneri, tanto attesa, c'è stata. Se questa possa essere ricondotta alla visita, in settimana, dell'ex direttore sportivo Multineddù negli spogliatoi del "Guido Biondi" non possiamo saperlo, come non possiamo sapere di cosa abbia parlato con i ragazzi dei quali cura i cartellini, ma quello che conta sono i risultati e questi ci sono stati, anche se parziali come risultato.

Il Lanciano nonostante tutti i risultati negativi continua ad occupare la 5a posizione in classifica, con 1 punto di vantaggio sull'Alba Adriatica, attesa in quello che sarà un autentico spareggio, per domenica 27 febbraio. La gara contro il Sambuceto nascondeva più di una incognita, infatti la formazione di mister Ronci, uscita sconfitta dalla finale di Coppa Italia contro L'Aquila cercava un pronto riscatto, senza considerare la presenza tra le fila viola di un certo Stefano Miccichè, che qualche anno fa ha solcato il terreno del "Guido Biondi", dimostrando le sue doti di bomber di razza.

Il Sambuceto parte subito forte, con due azioni, prima Pellecchia impegna Elezay che devia in angolo, sugli sviluppi Ranieri di testa la mette dentro, dopo che la palla era stata deviata sul palo da Elezay. 20 minuto, Miccichè impegna Elezay che devia il tiro con i piedi. Anche il Lanciano è della partita e una bella iniziativa di Fragassi, termina sul palo, pareggiando i legni colpiti. Il giovane attaccante rossonero fa tutto da solo lungo la fascia entra in area a stocca alla volta di De Deo, la palla come abbiamo scritto lambisce il palo esterno prima di perdersi sul fondo.

La partita ha rapidi capovolgimenti di fronte: è la volta del Sambuceto con Ranieri che mostra di essere in partita facendo partire una bordata dal limite dell'area, palla che viene intercettata dall'estremo difensore frentano. E' la volta del Lanciano che sfrutta un calcio di punizione dal limite, contestato dai giocatori del Sambuceto e decretato per un fallo di mano, De Marchi si incarica del tiro che viene deviato dalla barriera prima di finire oltre la linea di fondo. Sul successivo calcio d'angolo, sempre De Marchi alza il pallone per De Fabbritiis che di testa pareggia le sorti dell'incontro. Una manciata di minuti dopo Bocchio, ben piazzato dentro l'area, spedisce il pallone con un bel sinistro alle spalle dell'estremo difensore del Sambuceto. L'arbitro manda le squadre a bere un tè caldo.

Nella ripresa il Sambuceto cerca subito di pareggiare, ma Ranieri prima fallisce una buona occasione a portiere battuto, poi nella successiva azione si vede respingere il pallone da Elezay che vola verso l'angolino sventando l'occasione da rete. Il Lanciano c'è e Mariano spedisce di poco la palla sul fondo fallendo il terzo gol. E qui una delle regole del calcio non scritte che dice “se sbagli un gol poi lo prendi” si avvera. Ranieri la mette dentro, di testa, deviando la palla sugli sviluppi di un calcio d'angolo per il 2-2. Prima del triplice fischio finale entrambe le squadre avrebbero una occasione, per vincere la contesa.

Ultima nota, tutte le reti sono successive a sviluppi di calci piazzati, e il Lanciano ha un super portiere che spesso toglie le castagne dal fuoco.

I risultati e la classifica dopo la 23a giornata.

Alba Adriatica-Pontevomano 1-1, Avezzano-Casalbordino 2-1, Bacigalupo Vasto Marina-L'Aquila 1-3, Delfino Curi-Villa 6-1, Penne-Spoltore 3-1, Renato Curi-Giulianova 0-0, Sambuceto- Lanciano 2-2, Torrese- Capistrello 1-0, Cupello-Montesilvano 3-3.

Avezzano 56, Giulianova 52, L'Aquila 46, Torrese 45, Lanciano 35, Alba Adriatica34, Montesilvano, Cupello, Capistrello, Delfino Curi 32, Spoltore 30, Pontevomano, Renato Curi Angolana 28, Penne 27, Bacigalupo 26, Casalbordino 13, Villa 11.20.feb.2022

Uranio Ucci

@RIPRODUZIONE RISERVATA

 

totale visualizzazioni: 814

Condividi l'Articolo