Abruzzo. Cicloturismo come volano di crescita regionale

In Abruzzo, il cicloturismo comincia ad assumere una posizione sempre più preponderante alla luce del protocollo d'intesa firmato dal presidente della Federazione ciclistica italiana, Renato Di Rocco, e dal presidente di Abruzzo Innovazione Turismo, Dario Colecchi.

Accordo in cui la bicicletta rafforza il proprio ruolo di interlocutrice privilegiata per sostenere lo sviluppo di offerte turistiche e tenendo conto dell'ambiente.

Questa sinergia ha consentito l’attivazione, in regione, del Centro nazionale federale pilota per il cicloturismo. Un laboratorio di competenze e d'innovazione che produrrà ricerca e formazione di alto livello anche attraverso figure altamente professionali. La Federciclismo, infatti, attraverso il suo Centro studi, ha istituito da diversi anni le guide cicloturistiche sportive che accompagnano, in sicurezza e in modalità... slow, i villeggianti alla scoperta del territorio.

"Si stanno studiando progettualità - dice Di Rocco - per avere la reale possibilità di una mobilità sostenibile unita all'attività in bici. Tutto questo è possibile grazie alla sinergia tra più parti: amministratori, operatori di settore e associazioni", afferma il presidente Di Rocco.

Dario Colecchi, presidente di Abruzzo Innovazione Turismo, sottolinea "la rilevanza assoluta di questo protocollo d'intesa che è unico e lungimirante perché scommette sulla ricerca e sull'innovazione, creando le basi affinché si aprano anche percorsi per la creazione di proposte promo commerciali, per la gestione condivisa di attività̀ di comunicazione, di presenze presso eventi fieristici e workshop; di educational per utenti specializzati; di partnership commerciali per il cicloturismo. Produrrà risultati importanti soprattutto per le aree interne e montane dell'Appennino".

Luca Alò

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 496

Condividi l'Articolo