Lanciano Calcio: presentato il calendario di Coppa Italia

Ci siamo, il calcio di Eccellenza riparte, e lo fa con la Coppa Italia. Una nuova formula, quella studiata dalla Federazione, che prevede, nella prima fase, sei scontri diretti, e due gironi con tre squadre.

Il sorteggio, si è svolto nella sala consiliare del Comune di Pescara, presenti i vertici del Comitato regionale Lega nazionale dilettanti, con il presidente Concezio Memmo, il sindaco di Pescara Carlo Masci, l'assessore allo Sport, Patrizia Martelli, e il presidente dell'Aia Abruzzo Giuseppe De Santiis. Il Lanciano Calcio 1920, è stato rappresentato dal direttore generale Paolo Iapaolo. La sorte ha voluto che la compagine frentana sia stata inserita in uno dei due gironi di tre squadre, insieme con la Virtus Cupello e il Villa 2015.

Gara di esordio per i rossoneri, domenica 29 agosto, contro la Virtus Cupello. Fin qui tutto normale, ma non è così, perché lo stadio Guido Biondi, dove il Lanciano dovrebbe disputare le gare interne non versa in buone condizioni, e allora abbiamo chiesto a Iapaolo lumi in merito. "In effetti - dice - l'incognita resta il terreno da gioco. Infatti il Biondi ha necessità di ripascimento, livellamento e semina. Quindi bisogna reperire un altro terreno, omologato per gare di Eccellenza, che possa ospitare le partite. A breve - continua Iapaolo - ci sarà un incontro in municipio, con l'assessore allo Sport Davide Caporale, proprio per parlare delle condizioni dello stadio e cercare di porvi rimedio. L'unica cosa che funziona, allo stadio, è il sistema d'irrigazione, che non ha fatto seccare l'erba, ma lo stato di abbandono dell'area è disarmate, tra l'altro, ci sono stati anche degli ingressi, nelle ore notturne, di alcuni animali che hanno scavato buche, rendendo ancora più grave la situazione. Al momento non è pensabile che si possa giocare al Biondi, e va detto che il 10 settembre è previsto il sorteggio del campionato, mentre il 19 si comincia".

Quindi, escluso il Biondi, escluso che i rossoneri possano giocare a Guardiagrele, (dove si stanno comunque allenando), perché il campo il caldo estivo ha reso molto arido il terreno, potrebbe restare in piedi l'ipotesi di giocare ad Ortona, tra l'altro su di un campo sintetico, che si presterebbe al gioco tecnico del Lanciano. Circa l'ipotesi del nuovissimo campo "Di Meco", la società del Lanciano è sempre in attesa di una risposta ad una pec, inviata al Comune in cui si chiede l'utilizzo del campo, almeno per le partite di allenamento, visto che la mancanza di spalti, renderebbe impossibile disputare gare di Eccellenza, che prevedono la separazione tra le opposte tifoserie. Intanto dopo il rientro della pausa di ferragosto, la compagine frentana è sempre in ritiro a Orsogna, dove continua ad allenarsi con le doppie sedute, il mattino a Ortona e nel pomeriggio a Guardiagrele.

Questo il calendario delle gare di Coppa Italia: Renato Curi Angolana - Alba Adriatica, Spoltre Calcio – Giulianova, Bacigalupo Vasto Marina – L'Aquila 1927, Lanciano Calcio 1920 – Virtus Cupello – Villa 2015, 2000 Calcio Montesilvano – Pontevomano Calcio, Capistrello – Sambuceto Calcio, Penne 1920 – Delfino Curi Pescara, Avezzano – Casalbordino – Torrese.

Ad esordire domenica 29 agosto Lanciano – Virtus Cupello e Avezzano – Casalbordino. 24 ago. 2021

Uranio Ucci

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 1543

Condividi l'Articolo