Calcio. Tennistica vittoria del Lanciano sullo Spoltore
GUARDA LE FOTO

Lanciano 6  Spoltore  0

Lanciano 1920: Forti, Minchillo, De Santis (21st Giancristofaro), Sassarini (8st Zela), Lucarino (10st Zela), Natalini, Miccichè, Petrone (5st Quintiliani), Gragnoli, Verna, Di Rocco (27st Del Bello). A disposizione Di Vincenzo, Shipple, Malvone Ciaccio. Allenatore Gianluca Rosato

Spoltore: Calore, D'Ignazio, Cialini, Di Camillo, Mottola (10st Malandra), Sichetti, Grassi, Palusci (18st Tiberi), Orta (15st Spargoli), Nardone (33pt Olivieri), Di Pentima. A disposizione Ulisse, Basile, Sborgia, Farindolini, Cavallo, Sparvoli. Allenatore Donato Ronci

Arbitro: Christian D'Alessandro della sezione di Vasto

Gol: 5pt e 8pt Di Rocco (L), 18pt e 45pt Natalini (L), 34pt Gragnoli (L), 43st Boccanera (L)

Note al 33pt espulso Calore (S)

Doveva essere uno degli incontri di cartello della quindicesima giornata del campionato di Eccellenza. Ed invece dal calcio si è passati al tennis, almeno per il punteggio.  Un 6 a 0 secco da parte del Lanciano! Lo Spoltore reduce da cinque vittorie consecutive è avversario di un Lanciano non proprio al massimo della forma. In settimana, in casa frentana, ci sono stati i saluti degli svincolati Polisena e Sardella. E all'ultimo momento si è vista l'assenza in panchina di mister Di Pasquale, a causa di problemi fisici, comunque risolti, e sostituito oggi dall'allenatore della Juniores, Gianluca Rosato. C’erano gli ingredienti per una partita col coltello fra i denti…

Il Lanciano è sceso in campo con tanta rabbia in corpo che allo Spoltore non è restato che “stare a guardare”. Nei primi 18 minuti il Lanciano ha calato un tris che ha messo a tappeto la formazione di mister Ronci. E certamente con grande responsabilità della difesa ospite che ha servito su un piatto d'argento le occasioni a Di Rocco, autore della prima doppietta rossonera.

Ma andiamo per ordine: il Lanciano scende in campo con grande grinta e non concede nulla ai propri avversari, pressa su ogni pallone e cerca costantemente la conclusione in porta. Al quinto minuto il vantaggio dei rossoneri. Di Rocco riesce a recuperare un pallone al suo diretto avversario, poco fuori area, si gira e punta la porta, infilando di misura il portiere dello Spoltore che non può nulla. Il raddoppio in una azione fotocopia della precedente, all’8’ minuto. Il doppio vantaggio se da un lato galvanizza i rossoneri, dall'altro scombina sicuramente i piani di mister Ronci (come confermerà nei commenti del dopo gara). Il tris rossonero è opera di Natalini al 18’, il difensore è lesto a correggere in porta un pallone proveniente dal fondo che scavalca Verna e va a depositarsi in rete.

Lo Spoltore prova una qualche reazione facendo gioco di rimessa, ma oggi i rossoneri non concedono nulla e continuano a martellare la difesa rossoblù. Il quarto gol del Lanciano è opera di Gragnoli: un destro a giro da fuori area che sorprende il portiere dello Spoltore e contrariamente a quanto si aspetta va ad infilarsi tra portiere e il palo posto alla sinistra. Qualche minuto dopo sempre, il portiere dello Spoltore è autore di un fallo fuori area, nel tentativo di fermare Miccichè lanciato a rete. A D'Alessandro di Vasto non reste che mostrare il cartellino rosso all'estremo difensore rossoblù che raggiunge anzitempo gli spogliatoi. Prima del duplice fischio dell'arbitro c'è ancora tempo per il quinto gol dei rossoneri, con Natalini, che da dentro l'area gonfia di nuovo la rete.

Alla ripresa del gioco girandola di sostituzioni ma il Lanciano mantiene costantemente il pallino del gioco e lo Spoltore non riesce quasi mai a passare la metà campo. Le occasioni per i rossoneri di incrementare il vantaggio ci sono, purtroppo i tiri non subiscono gli effetti desiderati. Sale il nervosismo in campo e l'arbitro deve sedare con l'uso del cartellino qualche animosità di troppo. Prima dello scadere della contesa c'è il sesto gol per il Lanciano con Boccanera: punizione battuta da Quintiliani e parata ma non trattenuta, arriva Boccanera che di testa spedisce la palla in rete.

Il Lanciano si aggiudica la contesa, con grande soddisfazione di tutti i tifosi e soprattutto del presidente De Vincentiis, che afferma nelle interviste a fine gara, che si aspettava una grande risposta dai sui giocatori dopo la batosta di domenica scorsa. Risposta che c'è stata. Sotto l'aspetto mercato, che ricordiamo, si aprirà nelle prossime ore, il presidente afferma che la società si sta muovendo bene, (voci vorrebbero Mattia Rodia prossimo alla firma), anche se non è sicuramente facile.

Dal punto di vista della classifica il Lanciano resta a otto lunghezze dalla capolista Castelnuovo Vomano, oggi vincente in trasferta sul difficile campo della Torrese, che è già corsa al mercato per rinforzarsi ulteriormente.

Uranio Ucci

@RIPRODUZIONE RISERVATA

totale visualizzazioni: 338

Condividi l'Articolo