Calcio. Serie B. Resurrezione anticipata per i biancazzurri: 3-1 al Pisa!

PESCARA 3 PISA 1

Reti: 41’ Galano, 90’ Machin, 92’ Marconi, 97’ Busellato

PESCARA (4-3-2-1): Fiorillo, Bellanova, Scognamiglio, Sorensen, Masciangelo, Dessena, Busellato, Maistro (63’ Machin), Galano (77’ Ceter), Capone (77’ Volta), Odgaard (95’ Giannetti). In panchina: Rataelli, Alastra, Valdifiori, Riccardi, Fernandes, Omeonga, Nzita, Vokic. All. Gianluca Grassadonia

PISA (4-3-1-2): Gori, Belli (56’ Birindelli), Benedetti, De Vitis (46’ Caracciolo), Beghetto, Quaini (74’ Sibilli), Mazzitelli, Gucher (84’ Pisano), Marsura, Palombi (56’ Palombi), Marconi. In panchina: Perilli, Loria, Meroni, Marin, Lisi, Masetti, Andreano. All. Luca D'angelo

Ammoniti: De Vitis, Masciangelo, Benedetti, Sibilli, Ceter

Arbitro: Fabrizio Pasqua di Tivoli. Assistenti: Oreste Muto di Torre Annunziata e Robert Avalos di Legnano. IV Ufficiale: Daniel Amabile di Vicenza

La resurrezione del Pescara arriva in anticipo rispetto alla Pasqua e soprattutto al termine di una gara combattuta e ben giocata dai biancazzurri contro il Pisa. Il 3-1 dello stadio Adriatico permette agli abruzzesi di continuare a sperare, restando agganciati al treno che li precede nella lotta per non retrocedere: vista la vittoria del Cosenza sull’Ascoli e il pareggio della Reggiana a Frosinone, il Pescara era più che mai obbligato ad ottenere i tre punti che consentono di raggiungere quota 26 in graduatoria. La paura, tuttavia, è un fattore determinante nella testa degli abruzzesi che scendono in campo col solito timore dettato dalla classifica scomoda. Ma dopo i primi minuti appannaggio degli ospiti, durante i quali Scognamiglio la stava per combinare grossa per un intervento scomposto nella sua area, si capisce che i ragazzi di Grassadonia non hanno intenzione di pascolare sul prato dell'Adriatico come giovanotti debosciati il lunedì di Pasqua. Il Delfino è trascinato dalla qualità e dalla caparbietà di Odgaard, elementi imprescindibili in questa fase di campionato: il danese, infatti, si attacca un gancio traino e porta con sé tutto il Pescara con la forza di un leader. Gioco di gambe e intelligenza tattica contraddistinguono il lavoro del biondo attaccante biancazzurro che si mette al servizio della squadra senza mai esagerare nella giocata, scegliendo quasi sempre la migliore soluzione. Accade questo, infatti, al 41’ quando Odgaard sceglie l'assist per Galano che torna al gol che sblocca la gara. Il secondo tempo è quasi tutto biancazzurro: il Pescara, infatti, incredibile a dirsi, tira in porta pericolosamente almeno in 4 situazioni prima di trovare il gol con Machin al 90’. A questo punto, però, vengono segnalati 6 minuti di recupero, in pratica una partita nella partita. Che il Pisa di mister D'Angelo sia una squadra che non molla mai è risaputo: 10 gol negli ultimi 14 minuti di gioco nelle gare in questo campionato hanno un significato, e i nerazzurri non si smentiscono anche allo stadio Adriatico. Marconi, infatti, risolve in mischia facendo vedere i fantasmi al Pescara che deve ricompattarsi in fretta per non subire un eventuale pareggio che avrebbe avuto il sapore di una beffa. Ma oggi è scritto che debbano essere i padroni di casa a fare festa. Al minuto 97’ infatti, parte un contropiede 4 contro 1 con palla che giunge sui piedi di Ceter che, al limite, sceglie una delle soluzioni più difficili, servendo l'accorrente Busellato: per il centrocampista gol importante e festa sotto gli spalti semivuoti. Ora per gli abruzzesi si presenta un nuovo ostacolo difficile, ma non impossibile da superare: il Monza già battuto in un match vietato ai deboli di cuore lo scorso dicembre. Appuntamento a Pasquetta per l'impresa.

IL FILM DELLA PARTITA

4’ Sinistro a giro di Marsura appena entrato in area biancazzurra, ma il pallone è alto sulla traversa di Fiorillo. Nell'occasione Scognamiglio si prende un grande rischio tentando il tackle sul giocatore che rimane a terra dolorante prima della ripresa del gioco
15’ Mazzitelli sotto porta impegna Fiorillo costretto alla deviazione in angolo da azione da calcio d'angolo
28’ Primo acuto del Pescara con Odgaard che, su assist di Galano, sfoggia un destro a incrociare che passa di poco a lato. Biancazzurri molto pericolosi
37’ Galano e Bellanova in pochi secondi cercano di abbattere le certezze difensive del Pisa tirando a botta sicura in area nerazzurra, ma la difesa toscana erige un muro che sembra invalicabile
40’ Lob di Busellato che passa di poco sulla traversa di Gori
41’ Gol del Pescara con Galano, pescato tutto solo in area di rigore da Odgaard! Piatto sinistro e palla nel sacco! Gran lavoro di Odgaard che supera Benedetti con una bella finta e, davanti a Gori, non si fa ingolosire da una conclusione affrettata, ma serve un cioccolatino per Galano che, da quella posizione, non può sbagliare
45’ Segnalati 2 minuti di recupero
45’+2’ Finisce il primo tempo: Pescara in vantaggio sul Pisa col punteggio di 1-0
64’ Incredibile opportunità fallita dal Pescara per il possibile 2-0: contropiede di Capone che aspetta il momento del passaggio migliore per Machin, controllo del giocatore della Guinea Equatoriale, sinistro a giro, ma la palla è clamorosamente a lato
67’ Sventola di Machin dalla distanza e palla out
73’ Giocata eccezionale di Odgaard che dalla fascia destra si accentra, serve un buon pallone a Capone che non ci pensa due volte a provare il tiro a giro, ma Gori smanaccia
85’ Sinistro di Sibilli dai 25 metri, ma il pallone si spegne sul fondo
87’ Busellato dal limite cerca la botta, ma Gori è pronto a deviare con un colpo di reni
90’ Gol del Pescara con Machin che scaglia una sassata dal limite assolutamente imprendibile per Gori che non può fare altro che raccogliere la sfera in rete!
90’ Segnalati 6 minuti di recupero
90’+2’ Marconi accorcia le distanze risolvendo in mischia. Il Pescara deve soffrire altri 4 minuti
90’+7’ Gol del Pescara! Busellato mette il sigillo sulla partita al termine di un contropiede 4 contro 1: l'assist è di Ceter e il tocco finale è del centrocampista che aveva seguito l'azione d'attacco! I biancazzurri tornano alla vittoria dopo 8 gare!   02 apr. 2021

Fernando Errichi

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 302

Condividi l'Articolo