Calcio. Serie B. Il Pescara si scava la fossa e retrocede in C dopo 11 anni

CREMONESE 3 PESCARA 0

Reti: 27’ rig. Ciofani, 63’ Nardi, 72’ Valzania

CREMONESE (4-2-3-1): Carnesecchi, Zortea, Bianchetti, Fiordaliso, Valeri, Valzania (78’ Colombo), Castagnetti, Baez (67’ Gustafson), Gaetano (67’ Deli), Buonaiuto (56’ Nardi), Ciofani (56’ Strizzolo). In panchina: Volpe, Zaccagno, Fornasier, Ceravolo, Bartolomei, Terranova, Pinato. All. Pecchia

PESCARA (4-3-3): Fiorillo, Guth, Volta (46’ Masciangelo), Scognamiglio, Nzita (85’ Longobardi), Omeonga, Busellato (78’ Riccardi), Machin, Vokic (64’ Ceter), Odgaard (78’ D’Aloia), Capone. In panchina: Radaelli, Bellanova, Giannetti, Tabanelli, Sorensen. All. Grassadonia

Ammoniti: Busellato, Scognamiglio, Valzania, Gustafson, Omeonga, Valeri

Arbitro: Francesco Meraviglia di Pistoia. Assistenti: Gamal Mokhtar di Lecco e Daisuke Emanuele Yoshikawa di Roma1. IV Ufficiale: Dianiel Amabile di Vicenza

Finalmente è finita l'agonia. Il Pescara è matematicamente retrocesso in serie C dopo la sconfitta dello stadio Zini di Cremona. 3-0 il finale del match nel quale il Pescara ha messo in mostra tutti i suoi difetti: mancanza di forza offensiva e debolezza in fase difensiva. Una squadra inguardabile fatta di giocatori in prestito, finiti o demotivati, mal gestita da 3 allenatori non decisivi e da una dirigenza che non sembra avere più la forza per mantenere in vita una squadra tra i professionisti. Il Pescara torna in C dopo 11 anni durante i quali sono stati vissuti momenti di gloria da parte dei biancazzurri, ma anche tante sofferenze: gli abruzzesi, a un passo dalla terza serie un anno fa, durante questa stagione si sono spenti come una candela, lasciando un letto di fredda cera e il ricordo di una fiamma una volta capace di scaldare l'anima dei tifosi.
La partita del saluto alla cadetteria è stata affrontata con le (poche) qualità a disposizione e la Cremonese ha passeggiato sul cadavere del Pescara: primo tempo giocato con poca convinzione da parte dei ragazzi di mister Grassadonia che prendono gol su calcio di rigore dell’ex Ciofani. Il penalty, causato da un intervento goffo di Volta su Buonaiuto ci è sembrato ineccepibile. Si va all'intervallo con un piede e mezzo nella fossa. Nella ripresa il Pescara gioca il tutto per tutto nel tentativo disperato di rimettere in piedi una partita “appesa”, ma i miracoli di Carnesecchi e soprattutto il gravissimo errore di Omeonga sotto porta, confermano l'impotenza dei biancazzurri. Il 2-0 è servito quando il neo entrato Nardi supera l’ormai ex calciatore Scognamiglio e trafigge Fiorillo col primo gol tra i professionisti. Il 3-0 invece è opera di un altro ex, Valzania, che trova il diagonale vincente chiudendo definitivamente i giochi. Difficile poter fare peggio di così.

IL FILM DELLA PARTITA

2’ Sinistro dell’ex Baez dal limite e palla lontana dalla porta di Fiorillo
7’ Bianchetti lancia Baez che tenta il tiro al volo che non impensierisce Fiorillo
9’ Omeonga ci prova dal limite, ma la sfera sorvola la traversa di Carnesecchi
10’ Tiro al volo di Gaetano, il pallone si alza ed è preda di Fiorillo
12’ Calone si destreggia bene dal limite e lascia partire un sinistro bloccato a terra da Carnesecchi
13’ Gaetano lascia partire un fendente dalla distanza, ma Fiorillo respinge con un ginocchio. Intervento rischioso da parte del portiere biancazzurro apparso insicuro
16’ Ciofani di testa sovrasta Scognamiglio, ma il pallone è centrale e Fiorillo blocca
23’ Punizione di Castagnetti dal vertice dell'area biancazzurra e palla che batte sull'esterno della rete di Fiorillo
26’ Odgaard devia un traversone tesissimo di Nzita e la palla è bloccata da Carnesecchi
26’ Palo di Buonaiuto da dentro l'area del Pescara, poi la palla arriva a Ciofani che scarica ancora su Buonaiuto che viene scalciato da Volta: per Meraviglia è rigore
27’ Dal dischetto Ciofani non sbaglia mandando in vantaggio la Cremonese 1-0
40’ Gran sinistro a giro di Vokic dal limite e palla deviata da Castagnetti che passa di pochissimo a lato dalla porta di Carnesecchi
41’ Colpo di testa di Guth che sorvola la traversa della porta avversaria
44’ Diagonale di Odgaard e palla deviata a un metro dalla porta da parte di Bianchetti
45’ Segnalato un minuto di recupero
45’+1’ Finisce il primo tempo: Cremonese in vantaggio 1-0
47’ Sinistro di Vokic dal limite e palla larga sul fondo
49’ Incredibile doppia occasione per il Pescara non sfruttata da Capone che arriva al tiro in diagonale, ma il pallone è respinto da Carnesecchi, la sfera arriva a due metri dalla porta dove il solo Omeonga può battere a rete con sicurezza e senza essere pressato, ma non trova clamorosamente la porta tirando alto! Incredibile!
50’ Colpo di testa in duro di Odgaard e palla deviata da Carnesecchi con un colpo di reni
57’ Carnesecchi compie un miracolo su colpo di testa di Odgaard su cross dalla bandierina di Machin
63’ Raddoppio della Cremonese con Nardi che sfrutta l'anticipo su Scognamiglio e, davanti alla porta di Fiorillo, lo trafigge con un rasoterra che vale il 2-0
72’ Valzania trova il diagonale vincente portando a 3 i gol della Cremonese. Per il Pescara è più che finita
90’ Sinistro di Gustafson da ottima posizione e palla respinta da Fiorillo
91’ Finisce la partita: il Pescara perde 3-0 e retrocede in serie C.  07 mag. 2021

Fernando Errichi

@RIPRODUZIONE VIETATA

totale visualizzazioni: 730

Condividi l'Articolo